Edinson Cavani ad un passo dalla Juventus. Il calciomercato bianconero si infiamma con una notizia che, alla vigilia della semifinale di ritorno di Champions League in calendario mercoledì al Bernabeu, scalda una volta di più i cuori dei tifosi della Vecchia Signora.

Le notizie che rimbalzano da Parigi parlano di accordo fatto tra Marotta l’entourage dell’attaccante uruguaiano. Si parla di un contratto quadriennale a 7,5 milioni a stagione. La Juventus, dunque, garantirebbe ad Edinson le stesse cifre che attualmente guadagna all’ombra della Tour Eiffel.

Grazie ad un contratto faraonico la Juventus ha così battuto la concorrenza del club che più è sembrato vicino all’acquisto dell’ex Napoli e Palermo, l’Atletico Madrid.

Una volta Zamparini, ex presidente di Cavani ai tempi della sua esperienza sicula, descrisse il calciatore sudamericano come “Uno attaccato ai soldi”. Era il 2012. Stessa opinione ribadita da De Laurentiis un anno più tardi. Due anni dopo, la Juventus ha fatto brillare sotto il naso di Edi molte più monete rispetto al club ‘rojo y blanco’.

Per Marotta ed il suo staff ora c’è il compito più difficile. Ovvero convincere il Paris Saint German. I francesi di Nasser Al Khelaifi non hanno mai nascosto l’interesse per Paul Pogba e potrebbero quindi chiedere difar entrare il centrocampista nella trattativa.

La Juve, dal suo canto, non ha intenzione di cederlo. Stessa idea del suo agente, Mino Raiola, a meno che non arrivi una offerta irrinunciabile.

Senza l’inserimento di Pogba, la trattativa potrebbe subire una fase di stallo, nonostante la Juve stia preparando per il Matador una offerta che ruota intorno ai 50 milioni di euro.

Anche perché il Psg sta cercando di risolvere un’altra pratica relativa al pacchetto offensivo. Quella relativa a Zlatan Ibrahimovic.

Il buon esito della operazione Cavani-Juve, dipenderà, infatti dalla decisione di Ibra. L’attaccante svedese vorrebbe lasciare il Psg (a lui è interessato, fra gli altri, il Milan).

Se tra Psg-Ibra si consumerà l’addio, i parigini difficilmente si priveranno di un altro attaccante così forte e decisivo. Ecco allora che, accedendo alla teoria Zamparini-De Laurentiis, Nasser Al Khelaifi sta pensando di offrire a Cavani un sensibile ritocco all’ingaggio: si parla di 13 milioni di euro a stagione. Non malaccio.

Edinson Cavani è nato a Salto (Uruguay) il 14 febbraio 1987. Il Palermo lo prelevò nel 2007 dal Danubio (25 presenze e 9 gol) per 5 milioni di euro. In rosanero Cavani disputa 109 partite, mettendo a segno 34 reti prima del passaggio al Napoli (2010) per 17 milioni di euro. Alle falde del Vesuvio l’attaccante si scatena: 78 gol in 104 presenze. Nell’estate del 2013 il passaggio al Psg per 64 milioni di euro. Con i parigini, sin qui, 62 presenze e 32 realizzazioni.