Questa sera alle ore 20.45 al Massimino di Catania la Juventus sfiderà i padroni di casa rossoazzurri nel più classico testacoda. I bianconeri, primi in campionato, giungono dalla vittoria contro la Fiorentina in Europa League che ha permesso loro di accedere ai quarti di finale e dal precedente successo in serie A sul campo del Genoa. Nella nostra massima categoria, i Campioni d’Italia hanno ben 11  punti di vantaggio sulla Roma, seconda in classifica. Gli etnei, invece, sono ultimi in graduatoria e arrivano al match di questa sera dopo la pesante sconfitta rimediata al Mapei Stadium di Reggio Emilia nella scontro salvezza con il Sassuolo. Hanno, quindi, assoluta necessità di fare punti per non rischiare di allontanarsi troppo dalle concorrenti nella lotta per restare in serie A. Negli ultimi due campionati vinti dai bianconeri, a Catania la Juventus ha ottenuto un pareggio e una vittoria. Nel 2011/2012 la sfida terminò 1-1 con reti di Bergessio per i siciliani e Krasic per i piemontesi. Nella scorsa stagione la Vecchia Signora vinse 1-0 grazie a un contestatissimo gol di Vidal. In quella attuale la sfida di andata allo Stadium è terminata 4-0 in favore dei Campioni d’Italia. Sono andati a segno Vidal, Pirlo, Tevez e Bonucci.

La Juventus deve rinunciare a Ogbonna, Barzagli, Peluso, Marchisio e Pepe che sono indisponibili. Manca anche Pogba squalificato. Conte dovrebbe schierare il 3-5-2. In porta potrebbe giocare Storari. Si va verso un turno di riposo per Buffon. Il terzetto difensivo dovrebbe essere composto da Caceres, Bonucci e Chiellini. Sulla corsia di destra potrebbe agire Lichtsteiner, su quella di sinistra Isla (favorito) o Asamoah. Nel cuore del centrocampo dovrebbero esserci Vidal, Pirlo e Padoin. La coppia d’attacco potrebbe essere composta da Tevez e Osvaldo, ma non si esclude l’utilizzo di Llorente. In settimana Maran ha provato due moduli: 3-5-2 e 4-3-3. Optando per il 3-5-2, davanti ad Andujar la difesa dovrebbe essere formata da Bellusci, Gyomber o Legrottaglie e Rolin. Le due corsie laterali potrebbero essere occupate da Izco o Peruzzi e Monzon o Biraghi. In mezzo al centrocampo ci sarebbero Plasil (nel caso in cui Izco fosse sull’out di destra) o Izco, Lodi e Rinaudo, mentre la coppia di attaccanti potrebbe essere Bergessio-Barrientos. In caso di 4-3-3, Gyomber potrebbe accomodarsi in panchina. Peruzzi e Biraghi sarebbero i terzini, mentre Keko completerebbe il tridente d’attacco con Bergessio e Barrientos. Non si esclude un cambio di modulo in corsa. Al Catania mancano Castro, Almiron, Spolli e Firson indisponibili. Dirigerà la gara Damato di Barletta.

Catania (3-5-2): Andujar, Bellusci, Gyomber, Rolin, Izco, Plasil, Lodi, Rinaudo, Monzon, Bergessio, Barrientos. All. Maran.

Juventus (3-5-2): Storari, Caceres, Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Padoin, Isla, Osvaldo, Tevez. All. Conte