Oggi Carlos Tevez ha parlato in conferenza stampa. E’ la prima volta del bomber della Juventus per la stagione 2014-2015. Prima di lui era toccato a Llorente e Morata. Tutti attaccanti. Il numero 10 della Vecchia Signora è stato assoluto protagonista dalla scorsa annata. E’ stato tra gli artefici principali del terzo scudetto consecutivo dei piemontesi. E’ il bianconero che ha segnato più reti in campionato. Ben 19. Ma il suo contributo non è stato solo in fatto di gol. Ha lottato, combattuto e trascinato la squadra. Era uno dei beniamini di Antonio Conte. L’argentino è stato uno dei più colpiti dall’addio dell’allenatore salentino.

Proprio relativamente a questo argomento l’Apache ha rilasciato interessanti dichiarazioni ‘No, a me Conte non ha deluso. Per me resta un campione come allenatore e come persona. Credo che abbia maturato la sua decisione tempo fa.’ Alla domanda se avesse pensato di lasciare la Juve dopo i saluti del tecnico salentino risponde ‘No, non mi è mai passato per la testa questo. Io penso che quando saremo campioni o quando non lo saremo, voglio stare con i miei compagni, perchè ho firmato per tre anni con la Juventus e voglio terminare qui fino alla fine dl contratto’. Le domande su tale questione non si esauriscono qui e l’argentino precisa che ‘noi giocatori dobbiamo ancora dimostrare che la squadra è la stessa che ha vinto tanti Scudetti, questo è importante. Non è solo il mister Conte che ha aiutato tantissimo la squadra per questa vittoria, penso che la squadra debba essere più forte per dimostrare a tutti che è la squadra che vince’. 

Riguardo al nuovo tecnico Allegri dichiara ‘Non sapevo come lavorava, ma penso che stiamo lavorando bene e questo è importante’. Proprio relativamente alla scelta di colui che avrebbe raccolto l’eredità di Conte, vi era stato chi aveva affermato che il numero 10 avrebbe posto il suo veto su Mancini, ma l’Apache dichiara ‘No, io non ho parlato con Marotta. Lui non deve fare questa domanda a me, a un giocatore‘.

In relazione ai nuovi acquisti, agli obiettivi stagionali e a Vidal dichiara ‘Evra è un amico sono contento di ritrovarlo. Morata vorrebbe vincere la Champions con la Juve e con questa squadra, crescendo ancora un po’ a livello internazionale, possiamo regalare questa grande emozione ai nostri tifosi. ‘ . Alla domanda se ritiene che i bianconeri siano ancora i favoriti per lo Scudetto, nonostante si dica che per ciò che è accaduto Roma e Napoli siano meglio, risponde ‘è un bene che la Roma e il Napoli pensino di essere meglio di noi. Questo si vedrà dentro il campo, ma bisogna avere rispetto perchè siamo noi i Campioni d’Italia‘. In relazione all’argomento Vidal è perentorio ‘io penso che i campioni come Arturo debbano restare alla Juventus

L’Apache parla anche dell’avventura dell’Argentina ai Mondiali 2014  ’Sono argentino e non è facile spiegare il sentimento che ho provato durante la finale. Eravamo a un passo dalla Coppa, poi all’improvviso è cambiato tutto. Potevamo vincere tranquillamente: abbiamo giocato meglio della Germania, ma dovevamo segnare dei gol; quello è stato l’unico nostro problema’

Tevez pare di buon umore e relativamente alla sua forma fisica afferma ironicamente e sorridendo ‘Sto bene, sono 8 kg sovrappeso’. 

Parole rassicuranti, da leader.