Il Napoli di Sarri spera di trovare maggior gloria nel campionato, al via nel weekend del 22 e 23 agosto, anche grazie ad un calendario serie A 2015/2016 tutto sommato buono. Gli azzurri puntano a migliorare la quinta posizione dello sciagurato campionato 2014/2015, che lo ha visto fuori dalla zona Champions League.

Non sarà facile recuperare una delle prime tre posizioni, anche perché la concorrenza è aumentata, con le redivive milanesi che stanno conducendo un mercato di primo profilo.

Ecco, comunque, quale sarà il cammino azzurro da qui a fine stagione.

Calendario Serie A 2015/2016: le gare del Napoli


1. a giornata Sassuolo-Napoli
2. a giornata Napoli-Sampdoria
3. a giornata Empoli-Napoli
4.a giornata Napoli-Lazio
5.a giornata Carpi-Napoli
6.a giornata Napoli-Juventus
7.a giornata Milan-Napoli
8.a giornata Napoli-Fiorentina
9.a giornata Chievo-Napoli
10.a giornata Napoli-Palermo
11.a giornata Genoa-Napoli
12.a giornata Napoli-Udinese
13.a giornata Verona-Napoli
14.a giornata Napoli-Inter
15.a giornata Bologna-Napoli
16.a giornata Napoli-Roma
17.a giornata Atalanta-Napoli
18.a giornata Napoli-Torino
19.a giornata Frosinone-Napoli

Esordio piuttosto soft per il Napoli, che affronterà nelle prime tre partite squadre di medio e basso cabotaggio. Trasferta a Sassuolo, quindi gara casalinga con la Sampdoria e visita all’Empoli, proprio l’ex squadra dell’allenatore partenopeo. E chissà che l’inizio all’acqua di rose non possa servire agli azzurri per acquisire punti e fiducia nei propri mezzi.

Primo scoglio duro alla quarta: Napoli-Lazio, quindi trasferta con la neopromossa Carpi ed un trittico di partite che molto ci dirà sul reale valore della Sarri band: Juventus, Milan e Fiorentina.

Un tour de force dopo il quale i parteniopei saranno attesi dal Chievo Verona. Poi Palermo, Genoa, Udinese e Verona fino ad un’altra gara clou in chiave, probabilmente, Champions: Napoli-Inter, alla 14esima giornata.

Poi il Bologna e un Napoli-Roma che negli ultim ianni ha regalato gol, spettacolo ed emozioni. Inizio abbastanza semplice ed un finale poco complicato: Atalanta, Torino e Frosinone.

Per come è strutturato, il calendario potrebbe aver dato una grossa mano agli azzurri.