Prosegue il tour de force del calendario della Juventus. Nemmeno il tempo di godersi la convincente vittoria contro il Milan, e i bianconeri devono già concentrarsi sulla gara successiva. Il prossimo impegno è la sfida casalinga contro il Cesena nel primo turno infrasettimanale di questa serie A. Qui sono in palio punti importanti per rimanere in testa alla classifica (da soli o in compagnia della Roma). Dopo la sfida con i romagnoli, avversari già affrontati dalla Vecchia Signora lo scorso 30 luglio nel Trofeo Lugaresi, i piemontesi se la vedranno con l’Atalanta (sabato 27 settembre in campionato all’Atleti Azzurri d’Italia), poi con l’Atletico Madrid (mercoledì 1 ottobre in Champions League al Calderon) per finire con la sfida casalinga con la Roma (domenica 5 ottobre in campionato allo Stadium). Non un calendario troppo semplice prima della sosta per le nazionali.

Tutto questo dopo un buon avvio di stagione. Da quando vengono giocate le gare che contano la Vecchia Signora ha raccolto 4 vittorie in 4 partite senza subire nemmeno una rete. E chi se lo aspettava? Dopo quanto successo in estate con l’addio di Conte, l’arrivo di Allegri e la rivoluzione tecnica vissuta dai Campioni d’Italia, era difficile immaginare un avvio sprint. A tutto questo si aggiungono le classiche false partenze del toscano che quest’anno, al contrario, non si sono viste. Solo ai tempi del Sassuolo (serie C1 2007-2008) aveva centrato una serie così lunga di successi nelle prime gare stagionali. Parte del merito va data proprio al tecnico che ha saputo avere l’umiltà di non voler cambiare tutto e subito. Max sta lentamente cercando di imprimere le sue novità su un meccanismo che già funzionava bene senza sconvolgerlo tutto d’un fiato. Ora occorre proseguire sulla strada tracciata.

Da rimarcare anche che questo inizio vincente è arrivato nonostante le pesanti assenze di Barzagli e Pirlo. Vidal, invece, ha giocato solo la prima gara contro il Chievo (serie A, vittoria esterna dei bianconeri 1-0) e uno spezzone dell’ultima vittoriosa trasferta di campionato a San Siro contro il Milan (1-0). Ora Allegri, che ha già potuto contare sul rientro del cileno, si augura di riavere presto a disposizione anche il difensore e il regista. Per il primo potrebbe profilarsi una panchina mercoledì nella sfida con il Cesena. Il secondo punta ad arrivare pronto alla gara di Champions con l’Atletico Madrid.

Ma gli infortuni non danno tregua alla Juve e sabato si è fermato anche Caceres (foto by Infophoto). Oggi l’uruguayano si è sottoposto agli esami e la società bianconera afferma: ‘il difensore uruguayano, uscito anzi tempo dalla sfida di San Siro contro il Milan, gli esami effettuati in mattinata hanno evidenziato solo una modesta elongazione a carico del bicipite femorale della coscia sinistra. Da valutare la disponibilità per le prossime partite’. Quasi sicuramente salterà la sfida con il Cesena. Probabilmente salterà anche l’Atalanta. La speranza è quella di poterlo riavere a disposizione per la sfida contro l’Atletico Madrid. Per Allegri che sta già facendo a meno di Barzagli e Marrone il difensore sudamericano è importante.

LEGGI ANCHE:

Le pagelle dei bianconeri di Milan-Juve

Milan-Juventus serie A: web ironico “Tevez, dove era il ciuccio?”, ululati razzisti, Caceres e Pirlo

Euro 2020: Roma c’è, l’Europeo sbarca in Italia