Manca ormai poco al prossimo impegno del calendario della Juventus in programma sabato sera, quando i Campioni d’Italia ospiteranno l’Udinese nella 2.a giornata di serie A. Questa gara segnerà il debutto dei bianconeri targati Max Allegri allo Stadium. Tale sfida anticipa un tour de force che porterà i piemontesi a giocare 7 partite in 23 giorni prima della nuova sosta per le nazionali. Questi impegni potrebbero risultare molto importanti per il prosieguo della stagione della Vecchia Signora. La squadra di Allegri, infatti, affronterà sfide delicate di campionato e del girone di Champions League. Basti pensare, tra le altre, ai big match di serie A con Milan (sabato 20 settembre) e Roma (domenica 5 ottobre) e alle partite europee con Malmoe (martedì 16 settembre) e Ateltico Madrid (mercoledì 1 ottobre).

Ecco l’elenco degli impegni:

Juventus-Udinese (serie A, sabato 13 settembre, 20.45)
Juventus-Malmoe (Champions League, 16 settembre, ore 20.45)
Milan-Juventus (serie A, 20 settembre, ore 20.45)
Juventus-Cesena (serie A, 24 settembre, ore 20.45)
Atalanta-Juventus (serie A, 27 settembre, ore 20.45)
Atletico Madrid-Juventus (Champions League, 1 ottobre, ore 20.45)
Juventus-Roma (serie A, 5 ottobre, ore 18.00)

A Vinovo, però, è allarme infortuni. Stop per Pirlo e Marrone. Si cerca il recupero di Chiellini, si attendono con speranza Barzagli e Morata e si guarda con preoccupazione a Vidal. Il cileno ha subito una lieve distrazione a carico del semitendinoso della coscia destra. I bianconeri effettueranno ulteriori analisi durante la prossima settimana. Si spera di recuperarlo in tempi brevi, ma solitamente per questi infortuni sono necessari almeno 20 giorni di stop. Il centrocampista si è procurato tale problema mentre era in ritiro con la nazionale cilena. Questa situazione ha infastidito la Vecchia Signora e i suoi tifosi che si chiedono se fosse assolutamente necessario per i sudamericani far disputare a Re Artù gli interi novanta minuti di una sfida amichevole contro il Messico. Già durante l’estate il Guerriero aveva disputato i Mondiali brasiliani anticipando i tempi di recupero dopo l’intervento chirurgico al ginocchio dello scorso maggio. I bianconeri avevano pazientato e fatto recuperare lentamente il giocatore durante i mesi estivi. Ora questo nuovo stop. Come se non bastasse, ieri al termine dell’allenamento si è fermato anche Carlos Tevez (foto by Infophoto) che ha sentito un fastidio sotto il gluteo. Fortunatamente per lui non è nulla di grave e sarà pronto già per la sfida di sabato contro l’Udinese.

In ogni caso Allegri potrebbe decidere di tenerlo a riposo i vista del match di Champions contro il Malmoe.

Alcuni dei problemi che hanno colpito i bianconeri sono di carattere muscolare. Quando Allegri era allenatore del Milan da questo punto di vista per i suoi giocatori è stata un’ecatombe. Ora la situazione non è certo a quei livelli, ma queste prime allarmanti avvisaglie devono essere smentite al più presto.

LEGGI ANCHE:

Calendario Juventus: Andrea Agnelli ‘Il calcio un mezzo contro il razzismo’, Conte visita alla Juve

Calciomercato Juventus: Johnson, Rabiot, Kramer, Mata, questioni Zaza e Immobile, caso Chiellini

Caso Tavecchio frasi razziste: la sentenza dell’Uefa, una storia assurda