Non c’è pace per il capitano della Lazio, Stefano Mauri. Dopo la sentenza di primo grado, che lo aveva visto giudicato colpevole nell’ambito del processo legato al Calcioscommesse, ecco arrivare la sentenza di secondo grado: “La Corte di Giustizia Federale – si legge nella nota emessa – acquisiti e valutati gli ulteriori elementi istruttori, ha accolto in parte il reclamo della Procura Federale, infliggendo al giocatore della Lazio Stefano Mauri la sanzione della squalifica per complessivi mesi 9 e alla Lazio la sanzione complessiva dell’ammenda di 50.000 euro. Respinti i ricorsi di Mauri e della Lazio“.

Dunque, oltre il danno la beffa: in primo grado Mauri era stato condannato ad una squalifica di soli sei mesi.