La Commissione Disciplinare ha emesso pochi minuti fa il suo verdetto in merito al processo di primo grado sullo scandalo del Calcioscommesse, filone Bari-bis. Pugno duro, durissimo per ciò che riguarda Jean-Francois Gillet (foto by InfoPhoto), portiere attualmente a libro paga del Torino: 43 mesi di squalifica, ovvero 3 anni e 7 mesi (il procuratore Palazzi ne aveva chiesti 4). Gillet è stato riconosciuto colpevole di un solo illecito sportivo, quello relativo a Salernitana-Bari 3-2 del 23 maggio 2009, mentre per l’altra gara contestata, Bari-Treviso 0-1 dell’11 maggio 2008, l’accusa è stata derubricata a semplice omessa denuncia.

In tutto sono 20 i tesserati che sono stati condannati dalla Commissione Disciplinare, con solo due assoluzioni, quelle per William Pianu e Nicola Strambelli. Ecco le altre squalifiche:

Massimo Ganci (4 anni), Gianluca Galasso (3 anni e 7 mesi), Raffaele Bianco (3 anni e 6 mesi), Simone Bonomi (3 anni e 6 mesi), Daniele De Vezze (3 anni e 6 mesi), Luca Fusco (3 anni e 6 mesi), Stefano Guberti (3 anni e 6 mesi), Vitali Kutuzov (3 anni e 6 mesi), Alessandro Parisi (3 anni e 6 mesi), Ivan Rajcic (3 anni e 6 mesi), Vincenzo Santoruvo (3 anni e 6 mesi). Sono stati squalificati per 6 mesi Nicola Belmonte, Massimo Bonanni, Corrado Colombo, Mariano Martin Donda, Santiago Ladino e Vitangelo Spadavecchia, mentre a Cosimo D’Angelo e’ stata inflitta un’inibizione di 4 anni.

Il Bari verrà penalizzato di un punto nel campionato 2013-2014.