Moggi non ci sta. L’ex direttore generale della Juventus intervistata a la Zanzara su Radio24 rilascia una dichiarazione al vetriolo in merito alla prescrizione decisa dalla Cassazione in merito alla vicenda Calciopoli, svelando nuovi retroscena: “Alla fine sono stato radiato per aver chiuso Paparesta in bagno a Reggio Calabria. Ma voglio andare alla Corte europea a Strasburgo per cancellare questa cosa. E chi ha deciso ci rimetterà pure qualcosa”. L’obiettivo di Moggi potrebbe esser dunque la Federazione, che lo ha radiato per sempre dal mondo del calcio e spara qualche colpo anche in direzione Inter: “Danni alla Figc? Vedremo. Dal 2006 ci ho rimesso tanti soldi. La prescrizione? Io mi sento innocente e l‘Inter non vinceva perché erano pippe e incapaci. Mica li ho comprati io Vampeta, Taribo West e Hakan Sukur. Moratti? Il tweet sulla mano l’ho scritto io, non mi pento, era solo una battuta. La mano non l’ho lavata, non c’erano i bagni”.

E in merito alla mera questione legale, Moggi ribadisce ancora una volta la sua totale innocenza: “Il procuratore della Cassazione ha detto che non ho chiuso Paparesta in bagno. La giustizia sportiva mi ha punito per quello, lo avrei minacciato ma lui non mi ha mai querelato. La realtà è che aveva paura di quello che aveva fatto, ci fece perdere la partita a Reggio Calabria. Prescrizione? Io mi sento innocente e non sono stato dichiarato colpevole. In nove anni non sono riusciti a provare la colpevolezza e l’associazione a delinquere con un arbitro e poche persone è ridicola. Il tempo l’hanno fatto passare loro, non noi”.

Moggi conclude poi con alcune battute scherzose in merito al suo possibile futuro, da Sanremo alla politica: “Sono molto dotato, mortacci. Più di 20 centimetri, mi impaurisco quando lo vedo. Mi metto paura da solo. Altro che Rocco. I miei sogni dopo la prescrizione? Andare a cantare a Sanremo. Non sono intonato ma mi faccio aiutare. E anche l’inno della Juve l’ho fatto fare io a Paolo Belli. Se facessi una lista alle elezioni verrei eletto subito, prenderei dieci milioni di voti, tutti i tifosi della Juventus”.