Dall’exploit del Milan, che ha riportato in Italia Mario Balotelli, alla pianificazione meticolosa del Napoli, ai colpi in canna della Juventus, per finire agli acquisti in extremis dell’Inter: ecco tutti i movimenti ufficiali di questo calciomercato invernale 2013, con pagelle e analisi.

ATALANTA 6.5
Acquisti: Canini, Giorgi, Contini, Del Grosso, Budan, Scaloni, Livaja, Brienza
Cessioni: Peluso, Manfredini, Scozzarella, Schelotto, Ferreira Pinto, Matheu

Saldo: +4,3 mln 

Rivoluziona l’attacco, regalando a Colantuono ben tre giocatori nuovi, cede (bene) Schelotto e Peluso, trattiene Denis. Squadra puntellata e ci guadagna pure.

BOLOGNA 5
Acquisti: Naldo, Moscardelli, Christodoulopoulos
Cessioni: Pisanu, Rodriguez, Portanova, Acquafresca

Saldo: 0

Mercato anonimo, fatto di movimenti secondari e con l’aggravante della cessione di Portanova. Resta tutto sulle spalle di Pioli

CAGLIARI 5.5
Acquisti: Cabrera
Cessioni: Larrivey, Cepellini, Camilleri

Saldo: -1,5 mln

La vittoria, se così si può definire, è stata l’aver trattenuto i pezzi pregiati fino a giugno, anche se Nainggolan è stato già promesso a De Laurentiis

CATANIA 6
Acquisti: Cani
Cessioni: Morimoto, Paglialunga

Saldo: 0 

La squadra sta già facendo miracoli, bravo Pulvirenti a non cederne il cervello, quel Francesco Lodi che faceva gola alle milanesi e non solo. La corsa all’Europa continua

CHIEVO VERONA 6
Acquisti: Paloschi, Hauche, Seymour, Sampirisi, Ujkani, Spyropoulos, Acerbi,
Cessioni: Viotti, Di Michele, Dettori, Sorrentino, M. Rigoni, Moscardelli

Saldo: +4 mln 

Dal triangolo Milano-Genova arrivano Sampirisi e Acerbi, più la metà di quel Paloschi che non la smette più di segnare. La cessione di Sorrentino al Palermo garantisce anche un attivo di 4 milioni

FIORENTINA 6
Acquisti: G. Rossi, Larrondo, Compper, Wolski, Sissoko
Cessioni: Della Rocca, Olivera, Cassani, Seferovic

Saldo: -15 mln 

La scommessa-Rossi è stuzzicante, ma nell’immediato non sufficiente a mettere una pezza ai problemi offensivi dei viola, incappati in una spirale di risultati negativi che li ha allontanati dalla zona Champions League. Un po’ poco, considerando che è il club che più ha speso in questa sessione invernale

GENOA 6
Acquisti: E. Pisano, Floro Flores, Matuzalem, Manfredini, Nadarevic, Olivera, Cassani, Portanova, M. Rigoni
Cessioni: Merkel, Anselmo, Canini, Piscitella, Seymour, Sampirisi, Melazzi

Saldo: +1,5 mln 

La solita girandola di Enrico Preziosi ha regalato a Ballardini qualche discreto rinforzo, come Matuzalem, Floro Flores e Portanova: gente esperta, utile per acciuffare la salvezza, non certo per allungare la vita media di una squadra mai nata

INTER 6.5
Acquisti: Rocchi, Schelotto, Kuzmanovic, Kovacic, Carrizo, Laxalt (In estate)
Cessioni: Sneijder, Duncan, Coutinho, Mariga, Livaja

Saldo: +1 mln 

A guardarlo da lontano, il mercato dell’Inter ha davvero una bella faccia. Sneijder e Coutinho, ormai fuori dal progetto tecnico, soprattutto il primo), sono stati venduti molto bene (20 mln complessivi), e rimpiazzati da giocatori solidi e giovani talenti, come Kovacic. Decisamente meno positivo il giudizio se si considera il mercato nerazzurro day-by-day: la beffa-Paulinho e il rischio che si è corso con Sneijder danno bene l’idea di una programmazione quantomeno improvvisata, come peraltro confermano gli acquisti frenetici delle ultime 24 ore. E il buon Tommaso Rocchi non può essere un degno vice-Milito in nessuna vita

JUVENTUS 5.5
Acquisti: Peluso, Anelka, Ceballos, Llorente (In estate)
Cessioni: Lucio, Masi

Saldo: -1 mln 

Partito con il proposito di rafforzare la squadra in ottica Champions League, visto che il campionato sembrava in ghiacciaia, il mercato bianconero si è afflosciato gradualmente dietro colpi mancati e mancanza di budget. Drogba è rimasto un sogno, Anelka e Peluso sono due rincalzi che non migliorano il gruppo dei titolari. Marotta si salva in corner con il colpo-Llorente, ma si parla della prossima stagione

LAZIO 5.5
Acquisti: Pereirinha
Cessioni: Mendicino, Rocchi, Matuzalem, Cinelli, Scaloni, Carrizo, Sculli, Zauri

Saldo: +0,5 mln 

Sul giudizio non può non influire il colpo-Felipe Anderson rimasto in canna proprio all’ultimo istante per via di un disguido telematico-burocratico: cose che fanno infuriare. La squadra è rimasta sostanzialmente la stessa (Pereirinha è un rincalzo), Petkovic dovrà spremere ogni stilla di energia dai suoi per mantenerli lungo lo straordinario tracciato fin qui percorso

MILAN 8
Acquisti: Zaccardo, Balotelli, Constant (riscattato), Salamon, Saponara (In estate)
Cessioni: Pato, Valoti, Mesbah, Strasser, Acerbi, Emanuelson, Carmona, Coppola

Saldo: -12 mln 

Dopo tante pernacchie, non tutte meritate, Galliani torna a vestire la porpora del re del mercato. La cessione di Pato e l’acquisto di Balotelli, per motivi opposti, sono due capolavori, anche se su quest’ultimo resta sempre forte il sospetto di pungoli extracalcistici. Difesa puntellata alla bell’e meglio, con la dismissione degli esuberi Acerbi e Mesbah e l’arrivo dell’affidabile Zaccardo, linea verde è riaffermata con il baby Saponara, che arriverà a in estate, e con la promessa Salamon. Se avessero preso anche un centrocampista all’altezza degli infortunati De Jong e Ambrosini, parleremmo di un mercato perfetto. Così, si limita a essere ottimo. Comunque, rispetto alla miseria estiva, grasso che cola

NAPOLI 7.5
Acquisti: Armero, Calaiò, Radosevic, Rolando
Cessioni: Aronica, Dossena, Edu Vargas, Uvini, Fernandez

Saldo: -2 mln 

Il miglior mercato, in rapporto qualità/prezzo, lo ha fatto il Napoli. De Laurentiis e i suoi si muovono con maturità e consapevolezza: acquisti mirati, intelligenti, programmati, nessuna improvvisazione né occhiolini di convenienza ai tifosi, solo strategia e progettualità. Quattro acquisti che vanno a migliorare ogni singolo reparto: difesa, esterni, mediana e attacco. Per lo scudetto dipenderà sempre da Cavani e Hamsik, ma il progetto-Napoli non si limita ai due top player

PALERMO 5.5
Acquisti: Aronica, Anselmo, Dossena, Formica, Boselli, Sorrentino, Nelson, Sperduti, Fabbrini, Faurlìn
Cessioni: E. Pisano, Labrìn, Bertolo, Giorgi, Milanovic, Budan, Zahavi, Cetto, Ujkani, Brienza, Lores Varela, Sosa

Saldo: -2,5 mln 

Zamparini rimescola le carte, immettendo una quantità notevole di forze nuove nello spogliatoio del povero Gasperini. È arrivato un buon portiere come Sorrentino, e questo è positivo, non è arrivato il centravanti che serviva, e questo è decisamente meno positivo. Salvarsi, niente di più

PARMA 6
Acquisti: Mesbah, Strasser, Traoré, Boniperti, Coda, Ampuero, Mariga, Nwankwo
Cessioni: Musacci, Acquah, Zaccardo, Pabon

Saldo: 0 

Un’infinita di operazioni marginali, baratti e rimbalzi che non hanno modificato in maniera sensibile il valore complessivo della rosa di Roberto Donadoni. L’impressione è che quel furbone di Ghirardi saprà vendere, e molto bene, in estate. Per il momento, ci si accontenta di proseguire l’eccellente campionato fin qui disputato dai ducali

PESCARA 6
Acquisti: Bianchi Arce, D’Agostino, Caraglio, Rizzo, Kasami, Sculli, Zauri, Sforzini
Cessioni: Lulli, Romagnoli, Colucci, Crescenzi, Berardocco, Jonathas, Lund Nielsen, Terlizzi, Soddimo, Brugman

Saldo: 0 

L’esperienza di D’Agostino, Sculli e Zauri potrà essere di aiuto a una squadra giovane e piuttosto ingenua, anche se per imprimere una svolta alla stagione serviva qualcosa di più. D’altra parte, nemmeno sull’Adriatico si naviga nell’oro

ROMA 5.5
Acquisti: Torosidis, Marquinhos (riscattato)
Cessioni: Tallo, Antei

Saldo: -3,5 mln 

Accontentato Zeman nella sua unica richiesta, quella di un terzino destro, riscattato il giovane talento Marquinhos, trattenuti Osvaldo e De Rossi: niente male, si direbbe. Il problema, come sempre, è Zeman: prima messo alla berlina e poi riconfermato, non è dato di sapere con quanta convinzione. Speriamo che sia totale, perché il mercato lo ha indirizzato lui

SAMPDORIA 6
Acquisti: G. Sansone, Mati Rodriguez
Cessioni: Pozzi, Tissone, Juan Antonio

Saldo: -5 mln 

Delio Rossi ha rimesso in carreggiata la squadra, forse è per questo che il club ha deciso di non intervenire con forza sul mercato. Mati Rodriguez è una scommessa interessante, ma il vero colpo è stato trattenere Poli e Icardi in vista delle succulente bancarelle estive

SIENA 4
Acquisti: Della Rocca, Pozzi, Emeghara, Salvador Agra, Calello, Uvini, Terlizzi, Jorge Teixeira, Grillo, Matheu
Cessioni: D’Agostino, Campagnolo, Martinez, Calaiò, Ribair, Campos, Larrondo, Coppola, Dellafiore, Neto, Contini, Del Grosso

Saldo: 0 

Come alzare bandiera bianca a quattro mesi dalla fine del campionato: questa la sintesi del mercato bianconero, che ha visto ben pochi rinforzi e la cessione dei due elementi di maggior spicco, Calaiò e D’Agostino. D’accordo, Siena città ha altri problemi, ma così si va in B senza nemmeno provarci

TORINO 5.5
Acquisti: Barreto, Menga, Jonathas, Coppola, Kabasele
Cessioni: Migliorini, Gorobsov, De Feudis, Agostini, Sgrigna, Verdi, G. Sansone, Gomis, Suciu

 Saldo: -0,5 mln

Ventura si dovrà accontentare di un paio di giocatori funzionali al suo modulo, come Barreto e Jonathas, ma alla fine dovrà soprattutto fare affidamento alla sua fantasia

UDINESE 6
Acquisti: Merkel, Campos, Rodriguez
Cessioni: Armero, Willians, Barreto, Coda, Fabbrini

Saldo: +3 mln 

Mercato in sordina per l’Udinese, che comunque è abituata a sfoderare sempre il campioncino sconosciuto che non ti aspetti. Merkel è una garanzia a questi livelli