Belotti ancora in granata. Urbano Cairo dichiara apertamente il suo desiderio di trattenere il numero 9.

“Sconfitta inaccettabile”

A margine della premiazione de “Il Bello del Calcio”, premio andato a Giancarlo Antonioni, il presidente del Torino si è soffermato sul ko per 5-0 contro il Napoli: “Non l’ho visto in campo. Erano in vacanza. Non mi è piaciuto per niente perché invece era una partita in cui, dopo un bellissimo derby contro la Juventus, mi aspettavo qualcosa di simile, e invece no. Ieri male, molto male, sono arrabbiato. E’ dispiaciuto anche Mihajlovic perché evidentemente il Toro di ieri non è sceso in campo. Loro erano motivatissimi e sono molto bravi, però il Toro in casa sua, e comunque sempre, dare quel qualcosa in più, non si può fare brutte figure del genere. Io sono arrabbiato. Devo dire che il Toro ultimamente è andato piuttosto bene, ha inanellato diciamo vittorie e pareggi di buonissimo livello ieri proprio si sono dimenticati di giocare, non so, è una partita inspiegabile”.

Cairo: “Belotti è nostro”

In estate diverse squadre si contenderanno Belotti. Ma il Gallo potrebbe anche non partire: E’ nostro fino al 2021 e non ci sono dubbi in materia. C’è una clausola che se pagata dall’estero mi toglierebbe ogni voce in capitolo e se questo non accade entro un tempo molto breve dobbiamo decidere tutto. Da parte mia la volontà di tenerlo è assoluta. Noi non è che aspettiamo una proposta, il giocatore lo vogliamo tenere punto e basta. A parte la clausola, per il resto l’obiettivo è tenerlo perché sarà un bene per lui e per noi”. Sulla punta aveva già parlato il ds del Torino Petrachi: “Non credo che una squadra italiana possa prendere Belotti e lui vuole restare da noi. La sua posizione cambierà solo se dovesse arrivare un top club che punta allo Scudetto o alla Champions”.