Basta un selfie per scatenare il delirio generale. Ultimo crack della Serie A, Patrick Schick ha mandato in estasi i tifosi con un una semplice foto in piazza Duomo, a Milano.

Schick: stregate le grandi

Centinaia di commenti e “tifosi social” su Instagram. I sostenitori nerazzurri credono che lo scatto sia un segnale sul futuro del bomber blucerchiato, ma anche juventini e napoletani sperano di convincerlo a giocare l’anno prossimo nelle rispettive squadre. Quale sia la sua futura destinazione, in estate il 21enne ceco sarà al centro di una combattutissima asta. Approdato in Liguria per poco più di 4 milioni dal Bohemians, è il più giovane giocatore della Serie A 2016/2017 a raggiungere la doppia cifra. Alto e con grandi colpi, Schick sa destreggiarsi sia da prima che da seconda punta. In molti hanno paragonato il gol col Crotone alla prodezza di Dennis Bergkamp col Newcastle. La Juve se ne è invaghita, pronta a prenotarlo per il 2018, le milanesi sono in cerca di rilancio, e il Napoli fa dei giovani una specialità di casa. Ed ecco che spuntano dubbi quando la punta pubblica una foto sotto il Duomo di Milano: semplice vacanza o vestirà di nerazzurro?

Giampaolo: “I numeri parlano per lui”

Intanto la Samp pensa alle contromisure, alzando la clausola rescissoria dagli attuali 25 milioni a una cifra che si avvicini almeno al doppio. Ma il giocatore è destinato a grandi realtà, dove potersi affermare definitivamente. Ne è ben consapevole lo stesso allenatore dei liguri Marco Giampaolo: “Schick? Quando è arrivato era ancora un giovane calciatore, ora ha acquisito la struttura del calciatore serio - ha dichiarato alla stampa-. Si vedeva che era bravo tecnicamente, pur se in modo ludico, fine a se stesso. Ha fatto miglioramenti straordinari. Vale una big? I numeri parlano per lui, 10 gol. E buona presenza. Il suo obiettivo ora è dare continuità”.