La Sampdoria ha annunciato d’aver risolto il contratto che legava l’ormai ex tecnico, Walter Zenga, al club blucerchiato.

Una rescissione che, di fatto, accorcia dei tempi di attesa che sarebbero scaduti naturalmente al 30 giugno del 2016, data di termine dell’accordo economico tra le parti. Esonerato dal presidente Massimo Ferrero, il quale ha deciso di cambiare guida tecnica e puntare su Vincenzo Montella, ora Walter Zenga è libero di poter lavorare al suo futuro.

Al momento, però, secondo quelle che sono le regole della Federcalcio, non può tornare ad allenare in questa stagione, anche se il contratto che lo ha legato alla Sampdoria non è più in essere.

A darne notizia il club blucerchiato con una nota ufficiale: “Augurandosi un sincero ‘in bocca al lupo’, il presidente Massimo Ferrero, i dirigenti dell’U.C. Sampdoria e Walter Zenga comunicano che, con reciproca soddisfazione, è stato risolto il contratto che legava il tecnico alla società blucerchiata fino al 30 giugno 2016. La documentazione è stata trasmessa in data odierna agli uffici competenti”.

Walter Zenga è nato a Milano il 28 aprile 1960. Era stato ingaggiato dalla Sampdoria il 4 giugno 2015 in sostituzione di Sinisa Mihajlovic, andato al Milan. Il suo esordio fu la gara di andata del terzo turno preliminare in Europa League, 0-4 in casa contro il Vojvodina.