Volete Schick? Mettetevi in fila. All’inaugurazione di “Casa Samp”, la nuova Academy blucerchiata, Massimo Ferrero rivela che pure dall’estero hanno fatto sondaggi per l’attaccante.

Accademia del calcio

Qui cresceranno i nuovi talenti blucerchiati - ha detto il presidente - è un grande successo, una cosa bella. Siamo riusciti dove tanti altri presidente più potenti di me non ce l’avevano fatta. Mi emoziono perché sono un uomo semplice che va avanti con fatica, forza, tenacia, onestà e i fatti parlano. Ma non ci fermiamo qui, perché ora vogliamo creare la Fondazione Sampdoria, per aiutare i ragazzi delle famiglie che hanno meno possibilità economiche”. Tante le personalità al taglio del nastro: i dirigenti Romei, Pradé, Osti, la figlia di Ferrero, Vanessa, vicepresidente, il nipote del patron, Giorgio, l’ex presidente Edoardo Garrone, l’assessore regionale allo Sport, Cavo, il sindaco di Genova, Doria, il primo cittadino di Bogliasco, Brisca e il suo predecessore, Pastorino. Ma a prendere per primo parola è stato il ministro dello Sport, Luca Lotti: “Sono contento perché con il Credito Sportivo, e ringrazio il commissario D’Alessio, siamo riusciti a credere in questo progetto, sono felice perché stiamo investendo sui sogni dei ragazzi e quindi sul nostro futuro e poi sono soddisfatto per i ragazzi stessi che hanno un’occasione importante per il loro futuro per abbinare sport e studio”.

“Schick? Italia ma non solo”

Ecco dunque quindi piovere domande su Schick, alle quali Ferrero non si è tirato indietro: “Juve, Inter, Napoli, Roma, Milan e altre squadre straniere. La Samp se lo tiene stretto, ma se qualcuno viene gli accordi sono che chi lo prende lo lascia un altro anno qui perché deve ancora crescere, poi qui c’è il sole, c’è il mare, non vedo dove possa voler andare”. Sul 21enne ceco ha detto la sua anche Romei: È una possibilità che Schick rimanga ancora in prestito, deve’esserne convinto anche lui. Le cose sul mercato cambiano rapidamente. La situazione è molto fluida, il ragazzo è eccezionale, questo interesse non lo lascerà freddo”.