Si muove il calciomercato del Milan, con Zlatan Ibrahimovic che continua ad essere un giocatore molto apprezzato e con il Paris Saint-Germain che ha trovato il suo eventuale sostituto: Cristiano Ronaldo.

Siamo solo all’8 luglio e fretta per chiudere quest’operazione non ce n’è, ma iniziano comunque a muoversi i primi passi verso questa direzione.

Il ritorno di Zlatan Ibrahimovic al Milan si fa sempre più concreto in quanto il Paris Saint-Germain ha deciso di puntare forte su Cristiano Ronaldo, il cui arrivo di fatto chiuderebbe ogni porta all’attaccante svedese e aprirebbe lui quelle di Milanello e di San Siro.

C’è già stato un primo incontro con il presidente del Real Madrid, Florentino Perez, per ora soltanto conoscitivo.

Intanto in difesa Sinisa Mihajlovic ha detto che vuole solo e soltanto Romagnoli, ma la Roma chiede 30 milioni di euro e il Milan è disposto a spenderne massimo 20; una distanza difficilmente colmabile, anche se i rossoneri vorrebbero portare il ragazzo nella tournée in Cina.

E mentre José Mauri ha scelto la maglia numero 4 Paulo Tonietto, agente di Thiago Silva, ha spiegato: “Un giorno Thiago potrebbe tornare al Fluminense, così come al Milan, gli piacerebbe, ma ad oggi non c’è la minima chance che possa cambiare club. In questo momento costa troppo, ha un contratto fino al 2018 e ha uno stipendio molto alto. Il Milan non potrebbe pagarlo perché ha una sua politica sugli ingaggi. Thiago Silva sta benissimo al Psg e difficilmente può cambiare squadra, anzi, non c’è la minima possibilità, troppo costoso per il Milan”.