Il più grande colpo del mercato di quest’estate 2016 è senz’ombra di dubbio rappresentato dal trasferimento di Miralem Pjanic dalla Roma alla Juventus e adesso che i giallorossi rimarranno orfani del proprio fuoriclasse sarà la missione centrocampista quella che determinerà in maniera preponderante la direzione del mercato del club capitolino nelle prossime settimane.

Sicuramente la scelta del sostituto non sarà facile perché oltre all’indiscutibile qualità intrinseca del giocatore bosniaco, Pjanic è proprio quella tipologia di giocatore che piace a Spalletti, ovvero uno in grado di ricoprire più ruoli fondamentali nel contesto della squadra. Regista, mezzala, trequartista con un plusvalore inestimabile che è quello di cecchino infallibile sui calci di punizione. Vero che la Roma può contare sull’apporto di altri centrocampisti di prim’ordine come De Rossi, Strootman (recuperato dal grave e lunghissimo infortunio) e Nainggolan che a questo punto potrebbe resistere alle lusinghe di alcuni club europei decidendo di rimanere a Roma, ma Spalletti avrà sicuramente necessità di rimpiazzare uno con le caratteristiche di Pjanic.

E allora fuori i nomi, visto che Sabatini e l’entourage della direzione sportiva giallorossa non vogliono farsi trovare sguarniti nell’affrontare il mercato alla ricerca di un giocatore di alto profilo. Il primo è senz’altro quello di Axel Witsel, non foss’altro perché vecchia conoscenza del tecnico toscano che ha avuto con sé quando allenava lo Zenit San Pietroburgo. La chiave sarebbe infatti proprio Spalletti per arrivare al centrocampista belga, ma occorrono ora come ora non meno di 20 milioni di euro per strapparlo ai russi, con una trattativa ancora tutta da imbastire.

La Roma inoltre non si muoverà fino al 1° luglio poiché fino a quella data deve lavorare in uscita per attendere anche di sapere come muoversi attraverso i preliminari di Champions League. L’alternativa a Witsel potrebbe anche essere Zielinski, unico profilo che per eclettismo potrebbe essere accostato a Pjanic, ma sul polacco sono fortissime la concorrenza del Napoli e del Liverpool che ha offerto 13 milioni. Un altro nome è quello del “mudo” Vazquez ma Zamparini lo valuta non meno di 25 milioni, giudicati eccessivi dai giallorossi.