È giunta ai titoli di coda l’avventura di Gervinho alla Roma, l’attaccante ivoriani infatti ha deciso di accettare la proposta dell’ Al Jazira andando così a giocare nella prossima stagione nel campionato degli Emirati Arabi. Il tecnico francese Rudi Garcia sarà dunque costretto a salutare il suo pupillo per la seconda volta, dopo il Lille nel luglio del 2011 con Gervinho che, fresco di titolo in Ligue 1 attraversava la manica alla volta di Londra, sponda Arsenal, e ora con la Roma. Era stato proprio Garcia che al suo arrivo alla guida del club giallorosso aveva avanzato la richiesta sine conditionibus di acquisto di Gervinho dall’Arsenal con Sabatini che lo aveva subito accontentato scucendo 8 milioni di euro più bonus (che però nel frattempo non sono maturati).

A liberare il centravanti della Costa d’Avorio ha contribuito una stagione con poche luci e molte ombre, soprattutto l’indigenza realizzativa che ha fatto registrare 2 soli gol in 24 presenze in campionato. Situazione decisamente migliore in coppa dove Gervinho ha dimostrato di essere ben più decisivo con 3 reti messe a segno in 6 presenze in Champions League e 2 marcature in 4 presenze in Europa League. Ad Abu Dhabi lo attende una nuova vita professionistica e, ça va sans dire, un nuovo contratto milionario che prevede un legame col club arabo fino al 2017 con opzione per il terzo a 8 milioni di euro a stagione più benefit vari. Alla Roma andranno invece 16 milioni di euro più bonus legati al rendimento del giocatore.

A fare le valigie a Trigoria non è solamente Gervinho ma, pare, anche l’altro ivoriano Seydou Doumbia che, acquistato nella sessione invernale del mercato da Sabatini, non ha convinto la società né tanto meno il popolo giallorosso. Stando alle parole del dg del Cska Mosca Roman Babaev contenute nell’intervista al quotidiano Molnia Sports, Doumbia potrebbe tornare a giocare nel club russo: “Se tornasse a vestire la nostra maglia saremmo contenti. Seydou, quando è arrivato a Roma, veniva da un momento complicato, perciò è stato difficile per lui aiutare i giallorossi”. Intanto giungono indiscrezioni sui possibili rimpiazzi e sembra che ci sia una pista che Sabatini stia seguendo da vicino e porterebbe a Cuadrado. Ci sarebbero però due nodi da sciogliere in questo caso. Il primo è legato al riscatto di Salah da parte della Fiorentina con il club viola che sembra non intenzionato a tenere l’egiziano, così il Chelsea riprenderebbe Salah rendendosi disponibile alla cessione di Cuadrado. In secondo luogo il cartellino del colombiano: i Blues chiedono 30 milioni di euro, una cifra decisamente troppo alta e da limare senza mezzi termini.