In questa apertura di calciomercato estivo la Roma si candida ad essere una delle società più attive sulla piazza e anche una di quelle con l’esigenza di riscattarsi da un finale di stagione così così condizionato, certo, dai tanti infortuni ma anche da scelte sbagliate legate proprio al mercato. Per rilanciare una grande Roma nella stagione 2015-2016 dunque il ds Walter Sabatini è in movimento perpetuo. Oggi ad esempio era a Milano per trattare con Mino Raiola l’esterno destro del PSG Gregory van der Wiel. A proposito di difensori, la Roma vuole blindare il giovane primavera Luca Pellegrini, classe ’99, mettendolo così “al riparo” dalle richieste di Aston Villa, Liverpool e PSV Eindhoven contrattualizzandolo come professionista fino al 2018. Spunta invece un nuovo nome per l’attacco giallorosso, ovvero Nani, che torna al Manchester United dal prestito non entusiasmante allo Sporting Lisbona (32 presenze e 11 gol). Il club guidato da Van Gaal secondo il Daily Mail chiederebbe 13 milioni cercando una cessione definitiva mentre la Roma è più interessata alla formula del prestito con diritto di riscatto.

A Milano Sabatini ha incontrato anche il ds dell’Empoli Marcello Carli col quale ha discusso la cessione di Skorupski a titolo di prestito biennale e il riscatto da parte dei toscani di Federico Barba. Per il 22enne difensore centrale, come riportato da Gazzetta.it, si è effettuata un’operazione simile a quella di Saponara col Milan: in caso di futura cessione, ai giallorossi spetterà una parte degli introiti. Inoltre, la Roma conserva sul giocatore un diritto di riacquisto, pareggiando eventuali offerte provenienti da altri club. Sempre a Milano Sabatini il ds giallorosso ha incontrato Silvano Martina, procuratore del portiere Begovic che la Roma vorrebbe strappare allo Stoke City. Sul fronte portieri e sul fronte Raiola, alla Roma si è presentata l’alternativa Romero, offerto appunto dall’agente italo-olandese poiché in scadenza di contratto con la Sampdoria.

Per quanto riguarda il centrocampo, potrebbe arrivare a breve il rinnovo del contratto per Seydou Keita. Il nazionale maliano infatti, reputando la stagione giallorossa in maniera estremamente positiva con il valore aggiunto rappresentato dalla Champions League vorrebbe firmare a breve un prolungamento contrattuale visto che i precedenti accordi prevedevano una durata di un anno nel contratto. Va intanto risolta la questione Nainggolan poiché tutte le comproprietà verranno abolite a partire dal 30 giugno prossimo. Poche novità a riguardo se non alcune dichiarazioni del dg del Cagliari Stefano Capozucca in merito all’indiscrezione di un accordo trovato per Nainggolan e Astori. “La notizia non esiste. Le due parti non si sono ancora incontrate. Probabilmente lo faranno nei prossimi giorni“, ma la forte probabilità è che i due club possano trovare un accordo sulla base di 14 milioni più un giovane da stabilire. Se questo non dovesse accadere, visto che Nainggolan è appetito da molti club italiani e europei, potrebbe presentarsi l’eventualità di un ritorno di Aquilani in giallorosso essendo in scadenza di contratto con la Fiorentina anche se il suo agente Andrea D’Amico ha raffreddato un po’ gli animi rilasciando queste dichiarazioni sul sito AsRomaChannel.eu:

“Non ho sentito nessuno della Roma al momento. Fare delle ipotesi è inutile, bisogna verificare gli interessi concreti da parte delle due società per fare delle valutazioni”