Musi lunghi a Trigoria. Reduce dalla cocente eliminazione in Coppa Italia, Spalletti è sul piede di partenza.

De Rossi: “La Roma faccia di tutto per trattenerlo”

“Vinco o vado via”, il messaggio che il tecnico continua a ripetere. Ma secondo Daniele De Rossi il club giallorosso dovrebbe fare il possibile per farlo restare: “La Roma dovrebbe fare di tutto per trattenere Spalletti. È stato l’allenatore che mi ha condizionato di più” - dice De Rossi alla rivista “Undici” – “Ho cominciato a vedere il calcio con gli occhi di questo allenatore. Ed è un bel vedere. Al di là di che cosa farò io, al di là che a volte ha un carattere difficile, la Roma dovrebbe fare di tutto per trattenerlo perché sarà più forte.

Spalletti, pensiero al campionato

Anche perché in campionato sta facendo molto bene. Subentrato in corsa a Garcia, Spalletti è salito dal terzo al quinto posto. E quest’anno sta tenendo il passo della Juventus. A -6 dalla vetta, ha conquistato più punti nel girone di ritorno rispetto ad Allegri. Senza coppe, l’obiettivo minimo resta quello di blindare il secondo posto, prima di “tracciare la linea definitiva”. Mauro Baldissoni è nel frattempo volato a Londra per incontrare Franco Baldini, ufficialmente per “riunioni commerciali”. Ma negli ultimi mesi sono state prese lì le decisioni più importanti.

Tor di Valle, “no” al progetto

“La Conferenza dei Servizi indetta per la valutazione del progetto relativo allo “Stadio della Roma” si è conclusa con esito negativo. Gli Uffici della Regione hanno comunicato ai proponenti l’avvio della chiusura del procedimento, sottolineando il mancato completamento della variante urbanistica da parte di Roma Capitale e l’avvio del procedimento di apposizione di vincolo relativo alla porzione dell’immobile denominato “Ippodromo Tor di Valle” e area circostante da parte del Mibact”, ha intanto fatto sapere l’assessore Regionale, Civita. I proponenti avranno tempo fino al 15 giugno per presentare la controproposta.