Radja Nainggolan non si muove da Roma. Ai microfoni di Centrosuonosport il centrocampista belga ha ribadito l’attaccamento per i colori giallorossi.

Nainggolan: “So solo che voglio restare a Roma”

L’adeguamento promesso dal club lo scorso deve ancora arrivare, ma Nainggolan ha comunque le idee chiare: “Sto per partire per le meritate vacanze. Io voglio rimanere a Roma, l’ho sempre detto. Da parte mia è semplice, l’ho sempre dimostrato. Io non so niente di Spalletti all’Inter, cerco di leggere il meno possibile, si vedrà più avanti”. Anche perché coi tifosi si è creato un rapporto fantastico: “Il mio stile di gioco è quello, ho sempre dato il massimo in campo, mi fa piacere che la gente mi voglia bene, mi godo questo momento, il futuro si vedrà più in là”.

Rivale dei tifosi juventini

Poi un giudizio sulla stagione appena conclusa, che ha visto il 29enne siglare 14 gol: “Il mister mi ha cambiato ruolo, mi sono trovato bene, i gol fanno sempre piacere, abbiamo fatto il primato di punti della Roma con 87 punti, abbiamo fatto un campionato importante. La gente non capisce che stiamo dietro la Juve, ma la Juve giocherà la finale di Champions. Quando ho segnato ai bianconeri il labiale era chiaro, loro mi insultano, nonostante la società mi abbia cercato più volte, quindi gli ho risposto. Anche quest’anno era competitiva, la squadra era forte, siamo usciti dall’Europa League, ma meritavamo di passare. Purtroppo abbiamo steccato qualche momento importante, ma abbiamo avuto un calendario difficile e ci siamo qualificati per la Champions. Il nuovo contratto? Ho dato tanto, ora sono qui e aspetto”.

L’addio di Totti

Alla fine un commento sull’addio di Totti: “Giocando a Roma da un po’ di tempo, si capisce cosa significa la Roma, penso che chiunque si affeziona, uno stadio così bello, dovrebbe essere sempre, vincere in quel modo è stato importante, poi la festa per tante persone è stata bellissima, un momento veramente toccante per noi e Francesco. Vincere il prossimo anno? Io volevo vincere anche in questo…”.