Potrebbe provenire dal Milan l’assist decisivo per l’affare Roma-Feghouli. In cerca di un rimpiazzo, il West Ham corteggia secondo Tuttosport M’Baye Niang, non più indispensabile secondo Montella.

INTRIGO INTERNAZIONALE

Escluso un ritorno di fiamma per Jesé, i giallorossi vorrebbero prendere Feghouli in prestito con diritto di riscatto fissato a 12 milioni di euro. Laddove la trattativa per l’esterno rossonero non andasse in porto, gli Hammers proverebbero ad aggiudicarsi uno fra Snodgrass (Hull City) e Batshuayi (Chelsea). Spalletti chiede inoltre a gran voce un centrocampista e, in base a quanto racconta la Gazzetta dello Sport, il portoghese Moutinho viene ritenuto il profilo ideale. Sotto contratto col Monaco fino al 2018, il 30enne lusitano percepisce dal club transalpino circa 4 milioni di euro netti a stagione.

MANOLAS

Una nuova minaccia si staglia all’orizzonte per il reparto difensivo. L’agente John Evangelopoulos ipotizza la partenza del suo assistito Kostas Manolas in estate: “Un suo trasferimento a gennaio? Non c’è niente di più delle notizie che già dà la stampa, che è abbastanza e forse anche troppo – ha dichiarato in un’intervista concessa alla radio greca Sport-FM -. Probabile più una sua cessione a giugno? Non posso darlo per certo, ma probabilmente in estate ci sarà qualcosa. Ma in generale nel mondo del calcio è difficile fare previsioni”. Improbabile che accetti però un’eventuale offerta faraonica dalla Cina: “Kostas sta giocando bene e la Roma è ancora in corsa per i propri obiettivi in campionato e in coppa. Parliamo di situazioni eccessive, ci sono cifre mozzafiato che non sappiamo da dove arrivano, cifre che dovrebbero spingere i giornalisti a fare delle inchieste. Kostas ha la possibilità di giocare ad alti livelli e direi che la Cina non fa al suo caso. Il calcio in Europa ha molto di più da offrire oltre ai soldi, come la fama e il riconoscimento”.