Il passaggio ormai imminente (ma sarà davvero così?) di Carlos Bacca al Milan ha avuto, come effetto collaterale, il depennamento di un’opzione importante dalla lista dei possibili acquisti del calciomercato Roma. La realtà è che i giallorossi, che a differenza del Milan parteciperanno alle coppe europee e dunque devono stare molto attenti a non incappare ancora nelle ire UEFA circa il fair play finanziario, non potevano permettersi di affondare il colpo a suon di milioni, non fino al prossimo 30 giugno. Nulla per cui strapparsi le vesti, ovviamente, ma resta il fatto che il colombiano piaceva molto sia a Garcia che a Sabatini, anzi era il loro obiettivo principale per un attacco da ricostruire.

Calciomercato Roma

Perso Bacca, Walter Sabatini è chiamato a concentrarsi immediatamente su un nuovo prospetto. Sì, ma quale? I nomi spendibili non abbondano, e quelli in grado di cambiare realmente il volto al reparto offensivo giallorosso costano parecchio. Edin Dzeko piace, ma costa non meno di Bacca e guadagna il triplo: per cui, a meno di un miracoloso lavoro diplomatico dell’amico Miralem Pjanic, la prospettiva di vederlo in giallorosso è quantomai remota. Luiz Adriano è accessibile (costa 6-7 milioni di euro) ma non è considerato un obiettivo primario. Ibrahimovic, manco a dirlo, resta per il momento una suggestione quasi impossibile e non solo per lo stipendio, visto che in caso di addio al PSG lo svedese si accaserebbe quasi certamente al Milan. Ma attenzione, perché dal cilindro di Raiola è spuntato un altro nome, quello di Romelo Lukaku. Il belga dell’Everton non costa poco, serviranno almeno 30 milioni di euro per strapparlo all’Everton, ma guadagna cifre non inverosimili (3 milioni a stagione) e ha solo 22 anni. Lukaku da anni è considerato tra i migliori profili del calcio europeo, una specie di piccolo Drogba in erba, ma la sua definitiva consacrazione non è ancora arrivata: l’investimento richiesto è notevole, ma si tratterebbe di un rischio calcolato, visto l’indubbio talento del giocatore .

Nel frattempo, come riporta la Gazzetta dello Sport, Sabatini è tornato alla carica per un vecchio pallino giallorosso, Adrien Rabiot. La mezzala del PSG ha già fatto sapere di voler cambiare aria e giocare di più, e la sua mamma-procuratrice ha iniziato a riallacciare rapporti coi suoi pretendenti, Milan e Roma su tutti. I capitolini hanno la possibilità di giocare d’anticipo, forti dei 20 milioni appena incassati proprio dal Milan per Bertolacci, e Sabatini si è già mosso per trovare un accordo col giocatore prima di bussare alla porta del PSG. Sempre che mamma Rabiot, come peraltro aveva già fatto lo scorso anno, non stia ancora una volta usando le proposte che le arrivano per strappare un contratto più ricco agli sceicchi.