Che Mattia Destro non facesse più parte dei piani della Roma o, per meglio specificare, di Rudi Garcia lo si era capito da gennaio quando l’ad del Milan Adriano Galliani, come in una storia di un calcio d’altri tempi, aveva preso il treno dalla stazione centrale di Milano e si era ritrovato sotto casa del giovane attaccante marchigiano a citofonare per convincerlo, senza colpo ferire, a seguirlo verso la città meneghina. Poi però anche il Milan a fine prestito, a conclusione di una stagione deludente sotto ogni profilo, incluso quello di Destro, lo ha rispedito al mittente. Parcheggiato a Milano, e tornato a Roma, ora però il centravanti giallorosso potrebbe avere un futuro in Ligue 1 col Monaco poiché il club monegasco in cerca di punte di ruolo, centro attivissimo sull’asse del mercato franco-italiano, è fortemente interessato al giocatore.

È lo stesso Claudio Vigorelli, procuratore del centravanti della Roma, partito per il viaggio di nozze “arretrato” dopo il matrimonio di Florenzi, ad informarci su un affare già apparecchiato sul tavolo delle trattative e che potrebbe chiudersi anche a breve termine, previo accordo tra le parti, di fatto ancora lontane più che sulle cifre, sulle modalità. La Roma chiede 18 milioni di euro mentre il Monaco ne offre 12. Dal punto di vista economico si può chiudere a 15 più eventuali bonus.

La Roma però è interessata ad alcuni giocatori del Monaco, in primis il difensore centrale tunisino Abdennour che interessa anche alla Juventus. Il costo del suo cartellino è di poco superiore a quello fissato per Destro dalla Roma, ma il Monaco è intenzionato a Monetizzare e non vuole fare scambi. Il ds Sabatini invece vorrebbe inserire almeno un tesserato del Monaco nell’affare tra Kurzawa, Ferrerira-Carrasco e Ocampos, che tornerà al Monaco dal prestito all’Olimpique Marsiglia. La trattativa prosegue ma il club del Principato prosegue sulla linea dei “contanti” senza cedere contropartite tecniche.