Rudi Garcia resta in sella alla panchina della Roma, a dispetto delle ultime voci che davano i contrasti con la dirigenza insanabili. Il tecnico francese resta, ma avrà un ruolo marginale nei processi decisionali sul calciomercato.

Questo è quanto si evince dal comunicato diffuso dalla As Roma in merito al vertice tenutosi a Londra tra James Pallotta, il Ceo Zanzi, il dg Baldissoni ed il ds Sabatini.

E Rudi Garcia? Il nome del francese è stato depennato dalla lista dei partecipanti, nonostante fosse stato lo stesso allenatore ad aver annunciato la riunione londinese.

Il vertice organizzato dal presidente James Pallotta è di natura totalmente dirigenziale, al tavolo quindi non è necessaria la presenza dell’allenatore“.

Sarà, ma la riunione affronterà temi delicati: il budget per il mercato, la tournée estiva, cambiamenti all’interno dello staff sanitario e tecnico.

Proprio questo ultimo punto ha particolarmente indisposto Garcia. Il francese ha accettato l’addio al responsabile dell’area medica, il dottor Colautti, e del suo vice, il dottor Sisca, ma ha maldigerito il benserivo al preparatore Rongoni, fortemente voluto un anno fa e finito nel vortice delle polemiche a causa dei numerosi infortuni a cui la squadra giallorossa ha dovuto far fronte nel corso dell’ultima stagione.

Al suo posto la Roma ha assunto il canadese Darcy Norman della Exos. Norman ha avuto un budget consistente per staff, macchinari e soprattutto mettere su una struttura all’avanguardia.

L’impressione è che l’As Roma stia cercando di fare terra bruciata in torno al propri otecnico deriva anche da alcune mosse di mercato. L’addio a Gervinho, uno dei suoi fedelissimi, è un esempio. L’ivoriano passerà all’Al Jazeera che lo pagherà 14 milioni di euro.

Con la valigia anche altri due pupilli dell’allenatore transalpino. Doumbia, che a gennaio il francese aveva preferito all’asso del Dnipro Konoplyanka (chiedere referenze al Napoli) e Ljajic.

Dovesse decidere per l’addio, Garcia potrebbe essere rimpiazzato da quel Walter Mazzarri già cercato dal club giallorosso nell’estate del 2013, quando il toscano lasciò Napoli. Sarri, che saluterà Empoli, è un altro nome buono.

Calciomercato Roma, arriva Ayew

Intanto, il mercato giallorosso, quello in uscita, si sveglia. La Roma sta per perfezionare l’acquisto di André Ayew, ala ghanese classe 1989 che ha disputato le ultime stagioni nelle file dell’Olympique Marsiglia, club dove è approdato nel 2010.

Ayew firmerà un triennale da 2,5 milioni. Basterà il nuovo acquisto per lenire i dubbi di Garcia? Sabatini sta lavorando per Bacca, ma anche per cercare di trattenere Nainggolan. “A Roma sto bene, sono felcie, ma nel calcio succede di tutto“, le parole del belga.