Se c’era un settore che il calciomercato Roma avrebbe dovuto provvedere a riparare era quello offensivo, almeno a giudicare dalle performance degli attaccanti giallorossi nella passata stagione (nessuno ha raggiunto la doppia cifra, settimo attacco del torneo). Eppure, fino a questo momento, la situazione è ancora ferma; anzi, peggio, visto che il più affidabile degli attaccanti del biennio di Garcia, ovvero Gervinho, è stato ceduto, e Destro e Doumbia sono prossimi a fare la stessa fine. Walter Sabatini è al lavoro, per assicurare al tecnico francese quella punta da 15-20 gol a campionato che serve come l’acqua nel deserto.

Calciomercato Roma

Perso Carlos Bacca, obiettivo numero uno, il ds giallorosso sta sondando il mercato internazionale per individuare il profilo giusto. Missione per nulla facile, dal momento che l’attivismo di Juventus (Dybala e Mandzukic), Milan (Bacca e Bertolacci) e Inter (Kondogbia soprattutto) ha fatto lievitare ulteriormente le pretese, già di per sé elevate, di chi ha in squadra i campioni. Ieri abbiamo parlato dei sondaggi per Romelo Lukaku, anche se la presenza di Mino Raiola lascia pensare che il giocatore sia stato offerto alla Roma e non il contrario. Oggi, il Messaggero rilancia l’ipotesi di un possibile doppio colpo giallorosso, potenzialmente clamoroso: il Manchester City ha messo in vendita sia Stevan Jovetic che Edin Dzeko, e la Roma ci sta seriamente pensando.

Per ciò che riguarda il bosniaco, i giallorossi possono contare sull’appoggio di Miralem Pjanic, compagno di nazionale e grande amico di Dzeko. Ieri il genietto ha dichiarato che “Dzeko sarebbe felicissimo di venire qui, l’ingaggio non è un problema“. In realtà lo è, visto che guadagna 8 milioni di euro all’anno, ma quando c’è la volontà tutto si può aggiustare, magari con una super spalmatura su più anni di contratto. Anche Jovetic è in uscita dal City, dove non ha mai convinto (solo 44 presenze e 11 reti in due stagioni, perlopiù da riserva). Addirittura, gli inglesi sarebbero disposti a lasciarlo partire in prestito con obbligo di riscatto, formula che certo favorirebbe la Roma. Anche in questo caso, of course, c’è il problema dell’ingaggio fuori portata (8 milioni netti anche per lui), oltre alla forte concorrenza che arriva da Milano e Torino. Ma Sabatini ci proverà comunque. Una coppia Dzeko-Jovetic rilancerebbe ferocemente la sfida giallorossa al dominio della Juventus.