Anche per quest’anno dalle parti di Parigi non hanno nessuna intenzione di scherzare. Campionato (quarto scudetto consecutivo da parte del Psg) e Coppa di Francia non bastano più a sfamare le smanie imperialiste dei nuovi “Napoleoni” del calcio europeo che vorrebbero esportare la loro scia di successi anche al di fuori dei confini del suolo francese. Mentre un monarca si sta apprestando a lasciare Parigi da leggenda per ancora non si sa precisamente quale destinazione, ma sembra che Zlatan Ibrahimovic sia sempre più tentato dall’avventura in MLS al Los Angeles Galaxy, l’emiro Al-Thani sta già pensando al probabile sostituto.

Ovviamente sarà tutt’altro che semplice rimpiazzare uno da 40 gol a stagione come il fuoriclasse svedese. Per una leggenda che se ne va, ci dev’essere necessariamente una leggenda degna di questo appellativo pronta a prendere il suo posto. Il nome nel mirino e nelle ambizioni della proprietà qatariota del Psg è quello di Cristiano Ronaldo (e chi altri?). Per strappare il tre volte pallone d’oro dalle grinfie di Florentino Perez alla Casa Blanca il presidente del club parigino è pronto a mettere sul piatto la bellezza di 120 milioni di euro e per le lusinghe del lusitano ci sarebbe ad attenderlo un ingaggio stratosferico da 30 milioni di euro netti all’anno. Cifre da autentico capogiro.

Cifre alle quali potrebbe resistere solo ed esclusivamente un club come il Real Madrid e come Cristiano Ronaldo, consapevoli che a quei livelli la posta in gioco potrebbe essere addirittura più alto. E se davvero dovessero resistere, Al-Thani sta preparando anche un allettantissimo piano B che potrebbe presentare una coppia meravigliosa formata dai due centravanti sudamericani che negli ultimi anni hanno fatto sognare Napoli: Cavani (quasi sicuramente in procinto di restare a Parigi con tanto di ingaggio ritoccato) e nientepopodimenoché Gonzalo Higuain, diventato da mito a leggenda dopo aver superato il record di Nordahl in Serie A. E figuriamoci se la clausola rescissoria di 94 milioni di euro fissata da De Laurentiis può costituire un problema per il Psg.