Finita la telenovela-Zuniga. Aurelio De Laurentiis, tramite il suo profilo Twitter, ha infatti annunciato il rinnovo quinquennale per il terzino colombiano, che in estate era stato cercato da molti club, Juventus in prima fila, ingolositi da quel contratto in scadenza nel 2014. Ovviamente, il giocatore ha fatto valere, in sede di trattativa, il peso delle molte offerte ricevute, strappando al Napoli un gigantesco aumento dell’ingaggio: dagli 800mila euro del precedente accordo (1,2 milioni di euro coi bonus) agli attuali 3,5 milioni di euro. Tre volte tanto, mica male.

Considerando il lordo e la durata dell’accordo, si parla di un’operazione da circa 35 milioni di euro. Guarda caso, la stessa cifra che il Napoli ha inserito nel contratto come clausola di rescissione. Perché, ed è questo il punto, Zuniga (foto by InfoPhoto) ha sì rinnovato con il club partenopeo, ma certo non ha legato al Golfo il suo futuro. Semplicemente, l’abilissima dirigenza azzurra si è regalata una solida polizza assicurativa: un giocatore molto richiesto che non partirà se non dietro un robusto conguaglio, come già accaduto con Lavezzi e Cavani. Magari non si arriverà a simili pentoloni d’oro, perché oggettivamente il giocatore non vale quei soldi, ma di certo la Juventus può dimenticarsi il progettato colpo a parametro zero.