Il Napoli potrebe aver trovato in Nikola Maksimovic uno dei due rinforzi attesi per gennaio. La trattativa potrebbe essersi sbloccata proprio in occasione del match andato in scena domenica sera al San Paolo tra partenopei e Torino.

Cairo non segue sempre la squadra in trasferta, lo ha fatto proprio per il match di Fuorigrotta. Che sia un segnale? Così come la frase sibillina di Maurizio Sarri, che al termine della partita, commentando le dichiarazioni di Ventura (“Il Napoli è forte, ma non ha una rosa al livello di Inter e Juventus”) ha candidamente chiesto al collega granata: “Beh, potrebbe darci qualcuno dei suoi”.

Calciomercato Napoli, Nikola Maksimovic

E “quel qualcuno dei suoi”, potrebbe essere proprio Nikola Maksimovic, difensore a lungo corteggiato nella scorsa estate da Giuntoli. Ora il direttore sportivoci riprova, ben sapendo che il prezzo non si è abbassato di molto rispetto alle esose richieste di Cairo di qualche mese fa. 20 milioni erano e 20 milioni sono. “Se il Milan ha pagato Romagnoli 25 milioni, non vedo perché Maksimovic debba costare molto di meno”, il ragionamento del presidente granata.

Gli azzurri sperano di ottenere uno sconto anche grazie alle pressioni del calciatore, affascinato dall’avventura partenopea. Nei prossimi giorni arriverà in Italia Ramadani, il procuratore di Maksimovic. L’agente incontrerà, fra gli altri, Giuntoli ed a quel punto l’operazione potrebbe essere davvero in dirittura d’arrivo.

Sul fronte cessioni c’è da registrare l’addio ad Henrique (Fluminense) e quello molto vicino a Zuniga (prestito al Bologna con il Napoli che si accollerà un terzo dell’ingaggio). L’operazione con i felsinei darebbe agli azzurri un diritto di prelazione sugli acquisti di due talenti rossoblù: Diawara e Masina.

De Guzman è un obiettivo del Carpi, il portiere Rafael è un altro azzurro con la valigia. Entrambe le trattative sono di difficile gestione a causa dell’elevanto stipendio dei due.

Lo Swansea si è fatto avanti per Gabbiadini proponendo 20 milionidi euro, offerta rispedita al mittente.