Dopo la splendida vittoria contro una Sampdoria in crescita, il Napoli è tornato subito al lavoro a Castel Volturno. Chi ha giocato contro i blucerchiati ha effettuato corsa e scarico, mentre i restanti uomini della rosa hanno svolto seduta atletica e una partitella 6 contro 6. Ancora differenziato per Pepe Reina, Marek Hamsik ha lavorato col gruppo, assente invece Valon Behrami che, dopo l’infortunio alla caviglia, è volato ad Augsburg in Germania con il dottor Canonico per una seconda visita medica. Nella giornata di domani gli azzurri riposeranno, mentre giovedì mattina (una bella sorpresa per i tifosi) si ritroveranno al San Paolo alle ore 10,30 per una seduta di allenamento a porte aperte. Intanto la “sfida” dell’Epifania ha evidenziato nuovamente i soliti problemi: centrocampo con poca spinta e dagli ampi spazi e poca garanzia della linea difensiva. De Laurentiis aveva promesso di intervenire sul mercato, aperto ormai da qualche giorno, per puntellare proprio i reparti in cui il Napoli necessita di adeguati rinforzi. Prosegue la soap opera ‘Gonalons’, dopo che si era rumoreggiato su Nainggolan ormai divenuto una delle pedine giallorosse di Garcia. Sembrava essere stata trovata l’intesa con l’agente del giocatore su un quadriennale a due milioni di euro più bonus e, nonostante le schermaglie dialettiche, anche tra i presidenti delle due squadre sulla base di tredici milioni di euro. La situazione tuttavia non è ancora vicina ad una risoluzione e il calciatore si allontana sensibilmente dal Napoli.

Aulas, presidente della società francese, tutto sembra fuorché una persona facile con la quale trattare e, secondo quanto riportato da SportMediaset, ha fatto pervenire proprio in questi minuti la sua risposta a De Laurentiis alzando la posta in palio. “Gonalons resterà qui al 100%. Abbiamo già rifiutato 17 milioni” (a quanto pare, l’offerta del Napoli era salita a 15 milioni più due di bonus), le parole del Number One del Lione. A questo punto De Laurentiis cosa farà? Alzerà l’asticella o si tirerà fuori dai giochi? Staremo a vedere. Intanto in mattinata era circolato anche il nome di Marco Parolo, ma Tommaso Ghirardi, presidente del Parma, ha sottolineato che “il Napoli ha fatto un sondaggio sul giocatore, così come lo hanno fatto altri club”, smentendo chi aveva dichiarato l’intavolarsi di una vera e propria trattativa per acquisirne le prestazioni. Sulla vicenda è intervenuto anche Pietro Leonardi, dg dei gialloblù, a demarcare di non aver ricevuto offerte consone per il centrocampista e di non aver mai parlato con il club di De Laurentiis. Interessanti, invece, le parole di Mimmo Criscito sulla squadra campana. Il difensore dello Zenit San Pietroburgo e della Nazionale italiana ha dichiarato nella trasmissione ‘Si gonfia la rete’, sulle frequenze di Radio Crc: “Non mi dispiacerebbe giocare in un club importante come quello partenopeo. Napoli è la mia città e ci sono affezionato. Il Napoli lo seguo sempre, è uno dei club che ha fatto meglio in Europa”. Il giocatore è legato allo Zenit dal giugno 2011 con un contratto di cinque anni ed un ingaggio di 2,8 milioni di euro l’anno, ciò nonostante le sue manifestazioni di stima e di apprezzamento sono da tenere in considerazione, vista l’emergenza qualitativa che i partenopei hanno nel suo reparto da molto tempo.

Calciomercato Napoli: niente Juve, Zuniga resta e rinnova

Calciomercato Napoli, De Laurentiis annuncia: ‘No a Mascherano, ci piace Gonalons’

A cura di Maria Grazia De Chiara