Incassato il duro colpo dell’addio a Higuain, il Napoli cerca di far fruttare al meglio i 90 milioni che arriveranno da Torino. Attacco a parte, il club azzurro è al lavoro per rinforzare il centrocampo e le fasce.

Se i nomi per la metà campo si sprecano (Tolisso, Zielinski, Herrera, Diawara, Kums sono solo alcuni dei nomi che continuano a circolare intorno al club azzurro), più difficile sembra individuare il sostituto di Maggio, destinato a lasciare dopo nove anni la maglia azzurra.

Tramontata l’ipotesi Santon, che non ha superato le visite mediche a causa di un problema al menisco, gli azzurri potrebbero decidere di dare l’assalto a Matteo Darmian.

L’ex Torino non rientra nei piani del Manchester United targato Mourinho ed è da considerarsi, secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, a tutti gli effetti sul mercato.

Darmian già lo scorso anno fu accostato al Napoli, poi una offerta monstre dei Red Devils spinse Cairo a cedere il calciatore oltremanica.

Ora Giuntoli potrebbe tentare un nuovo assalto, stavolta con qualche possibilità in più. L’ alternativa è Donati (ma il Mainz non sembra intenzionato a cederlo).

Capitolo Icardi: gli azzurri non sembrano far breccia nel muro eretto dall’Inter, che si è sentita scavalcata dagli incontri fra la dirigenza partenopea e l’entourage dell’attaccante nerazzurro. Si lavora a diversi Piani B: Kalinic, Bacca, Mitroglu sono solo alcuni dei nomi al vaglio della dirigenza.

Intanto, Chelsea ed Everton continuano a spingere per Koulibaly, mentre ci sarebero delle frizioni fra i procuratori di Insigne ed il club. Rinnovo in stato di stallo. “Siamo a 25 giorni dall’inizio del campionato ed il Napoli è in ritardo”, l’accusa del giornalista Raffaele Auriemma.