Mascherano era una buona proposta, ma anche Kim Basinger mi piace“. Nessuno sdrammatizza il calciomercato come l’allenatore del NapoliRafael Benitez, che così cerca anche di far calare un po’ la tensione a Dimaro, dopo gli episodi che hanno visto per protagonisti prima Insigne e poi CallejonBehrami. L’allenatore spagnolo, dopo il secondo test amichevole contro l’Fc Kalloni, torna serio quando si parla di Champions League.

“Il playoff della Champions è l’obiettivo più importante, dobbiamo superarlo e andare avanti. Il calendario di serie A non mi scompone. Inizio in discesa? Non per me. Divertente o preoccupante giocarsi lo scudetto a Torino? Penso al preliminare e dopo guarderò il calendario”. Benitez non si scompone davanti a nulla. Così sembra, almeno: “Avevo parlato con Behrami, gli avevo detto che poteva rientrare o restare per i cross, si è tolto la casacca, ma non è un caso. Pure Callejon: gli mancava intensità, ma nessun problema. E’ uno che ho portato qui io, ho detto che avrebbe fatto 20 gol e volevi in Nazionale. Qualche squadra ha fatto un’offerta importante, noi abbiamo detto di no”.

Aurelio De Laurentiis aveva detto che i due probabilmente erano nervosi perché volevano la cessione. Il Napoli, però, punta in alto e dunque non vende. “Se Hamsik, Zuniga, Mesto e Maggio saranno al loro livello, che è mancato l’anno scorso, allora saremo competitivi per lo scudetto. Su Michu non ho nessun dubbio. Bene anche Rafael in porta. E sono contento della disponibilità di Higuain, che anticiperà il rientro al 2 per lavorare con la squadra”. Se poi dovesse arrivare pure Kim Basinger…

photo credit: Alan Light via photopin cc