Al grande fervore della piazza partenopea seguito all’arrivo del neo-acquisto Allan giunto da poco nel ritiro di Dimaro si è alternato il grande gelo per quanto riguarda la trattativa per il difensore centrale del Cagliari Davide Astori che, apparentemente giunta in dirittura d’arrivo, si tinge di giallo per la firma fatidica sul contratto che doveva esserci e non c’è stata. Equivoci, incomprensioni ma soprattutto ritardi in una vicenda che ora rischia di far saltare l’intero affare tanto che vi si è inserita un po’ a gamba tesa la Fiorentina con il Napoli che ora sta risondando la vecchia pista Maksimovic con il Torino.

Cos’è realmente successo tra Astori e il club di De Laurentiis? Innanzitutto la trattativa necessitava di una risoluzione sul fronte dei diritti d’immagine, che sappiamo il Napoli trattare in maniera esclusiva per quanto riguarda i giocatori sui quali cartellini il club esercita diritto di proprietà. La questione da dirimere è stata risolta ma Astori è stato lasciato in attesa a Milano per più di cinque ore aspettando la formalità dei contratti da firmare che non arrivavano mai. Il giocatore, spazientito, ha dichiarato di voler far attendere lui il Napoli almeno un’altra notte perché non più convinto dell’affare ed è rientrato nella sua abitazione di Roma senza apporre nero su bianco.

Le parti hanno così deciso di riaggiornarsi entro la giornata odierna, scadenza entro la quale si cercherà di capire se il giocatore è ancora seriamente intenzionato a vestire la casacca azzurra. Una vicenda però destinata a finire bene visto che la Fiorentina ha chiesto di attendere per formulare una proposta concreta, ma tempo non ce n’è, e sull’altro fronte Maksimovic ha un costo ritenuto troppo elevato dai vertici partenopei.