L’ultima giornata di Serie A che ha visto sfumare le speranze per il terzo posto in campionato e la conseguente qualificazione in Champions League nella sfida persa contro la Lazio è stata in grado di cambiare di segno tutta una stagione per un Napoli che, superato in classifica anche dalla Fiorentina, rimane con un anonimo quinto posto e con la consolazione di un ingresso diretto in Europa League. 90′ di un match che avrebbe potuto riportare il sorriso sul volto dei partenopei e che invece lascia solo l’amaro in bocca per l’ennesima occasione persa. E così l’immediato addio di Benitez, accelerato naturalmente dalla sconfitta con i biancocelesti lascia Napoli come lo stato d’animo di Higuain dopo il calcio di rigore fallito sul 2-2, deluso e un po’ disperato.

Proprio per questo motivo il presidente Aurelio De Laurentiis, come l’ex allenatore Spagnolo, si è rimboccato immediatamente le maniche per cercare subito un sostituto che possa ridare credibilità al Napoli facendo ripartire un nuovo progetto di squadra. Il patron della società azzurra ha così raggiunto Benitez all’aeroporto per una destinazione in comune con Rafa, ovvero Madrid, dove De Laurentiis si è recato personalmente per incontrare il procuratore dell’allenatore sevillista Unai Emery, fresco di vittoria in Europa League col suo Siviglia, autore di un bis di riconferma dopo aver vinto il trofeo anche lo scorso anno.

Per il tecnico basco De Laurentiis ha messo sul piatto un contratto triennale da 3,5 milioni a stagione con intenzioni serissime di poterlo portare a Napoli nel più breve tempo possibile. Il quotatissimo Emery ha chiesto però tempo per riflettere poiché nell’ultima settimana sono fioccate altre offerte sulle quali riflettere, una tra tutte quella del Milan. Il piano B del Napoli invece risponde al nome di Sinisa Mihajlovic, non particolarmente entusiasmato, almeno in prima battuta, dalla proposta di De Laurentiis, naturalmente nutrita da cifre molto più basse di quelle avanzate per Emery. Mihajlovic infatti sembra pensare molto di più in questo momento al Milan e al Fenerbahce dal quale è giunta al serbo l’ultima proposta in ordine cronologico.