Aurelio De Laurentiis ieri era a Ginevra per Italia-Portogallo. Due i motivi che hanno condotto il presidente azzurro in Svizzera. Questioni di politica calcistica e di mercato.

Ad osservare la gara fra azzurri e lusitani c’erano, infatti, anche Carlo Tavecchio e Michel Platini. ‘Adl’ ne ha approfittato per chiarire con il presidente Uefa il duro attacco riservatogli dopo Napoli-Dnipro.

In campo, inoltre, c’erano tre osservati speciali Immobile, Soriano e Darmian.

Calciomercato Napoli, Immobile

Il Napoli è interessato a Immobile. Il Borussia Dortmund, però, non ha certo intenzione di svendere un attaccante acquisto a 22 milioni appena un anno fa.

L’affare è subordinato alla cessione di Higuain. E su questo punto De Laurentiis ha frenato: “Gonzalo ha un contratto che lo lega al Napoli, va rispettato. poi se arriva un pazzo in grado di pagare la clausola. Immobile? Seguiamno tutti i bravi calciatori. Avrei voluto ricreare al Napoli il trio delle meraviglie di Pescara: Lui, Insigne e Verratti. Ma all’epoca l’allenatore (Mazzarri, ndr) mi disse di no per Verratti“.

Calciomercato Napoli, Soriano

La trattativa sarebbe stata più facile se a Napoli fosse giunto Mihajlovic. La Sampdoria valuta ilc alciatore 10 milioni, troppi per la ‘provincializzazione’ impressa dal patron azzurro.

Calciomercato Napoli, Darmian

L’affare può andare in porto attraverso un maxiscambio con il Torino: ai granata andrebbero Zapata, l’altra metà di El Kaddouri più un conguaglio economico. Sul laterale ci sono anche bayern Monaco e Roma.

Calciomercato Napoli, Valdifiori

Ieri l’agente del calciatore, ai microfoni di radio Crc, non è stato molto ottimista sul buon esito della trattativa. “Sinora non abbiamo ancora sentito nessuno dal club azzurro, né io ho contatto qualcuno, visto che non saprei neanche chi sentire, giacché non hanno ancora un direttore sportivo. Si sta perdendo molto tempo e alla finestra ci sono altri club importanti. Domani sera (oggi, ndr) c’è l’incontro fra Empoli e Napoli. Staremo a vedere quel che succede”.

Pace con Platini

De Laurentiis ha scherzato con Michel Platini, verso il quale aveva espresso dure parole dopo gli errori arbitrali di Napoli-Dnipro (“E’ ora che Platini vada a casa“).

Il presidente azzurro ha usato toni molto concilianti: “Resterà qui altri 150 anni. Gli ho detto di cambiare questo calcio“, al miele la risposta di Platini: “Siamo amici e abbiamo chiarito“.

La rivelazione choc di Tavecchio

De Laurentiis ha rivelato ai microfoni della Rai il contenuto di una conversazione avuta con Tavecchio. “Mi ha detto che solo tre club potrebbero iscriversi. E’ una cosa che mi intristisce molto“.

Infine sul Napoli: “Diversi allenatori hanno rifiutato per via della partecipazione all’Europa League. Ho così voluto ripartire dalla provincia,da un concetto tutto italiano“.