Il calciomercato del Napoli sta vivendo ore convulse. Gli azzurri cercano di mettere fine ai quasi due mesi senza operazioni (prima e ultima quella di Tonelli dall’Empoli) e allora parlano un po’ tutti. Anche con la Dinamo Zagabria, da sempre fucina di talenti e che in questo periodo ha gli occhi addosso di tanti club, interessati a due dei suoi gioielli, Marko Pjaca (classe ’95) e Marko Rog (’95).

Così come dichiarato da Mirko Barisic, il presidente della Dinamo, il Napoli vorrebbe entrambi ed è arrivato a mettere sul piatto ben 35 milioni di euro.

L’affare, o almeno il doppio affare, appare però pressoché impossibile. Pjaca, complice l’ottimo impatto con l’Europeo, è inseguito da mezza Europa. E’ dato ora alla Juventus, ora al Milan, ora in Premier League. Ha già detto di preferire altri club al Napoli.

Un po’ più facile arrivare a Rog, che ieri ha pubblicato sul suo profilo Twitter la canzone “La Mano De Dios” di Rodrigo Bueno. Gesto che qualcuno ha interpretato come un occhiolino ai tifosi partenopei.

Curiosità: il Napoli deve mangiarsi le mani. Solo qualche anno fa gli fu offerto Pjaca per 500mila euro. A rivelarlo l’intermediario di mercato Giuseppe Bofisè a Radio Punto zero “Ma non fu apprezzato”.