Dopo il pareggio conquistato nella gara di andata dei preliminari di Champions League contro l’Athletic Bilbao al San Paolo, il Napoli ha davanti a sé una strada tutta in salita per il proprio prosieguo nella competizione.

Tanta amarezza tra i tifosi partenopei e tanta paura, anche perché quella che i campani dovranno compiere al San Mames nella prossima settimana non è una passeggiata. I supporters lamentano un mercato deficitario che non ha permesso alla rosa di rimpolparsi in modo adeguato. Non basta la quantità, ci vuole la qualità.

Al momento tutto sembra essere fermo agli acquisti di Michu e Koulibaly, mentre non danno segni di cedimento le operazioni in uscita. Dopo l’ufficializzazione di Valon Behrami all’Amburgo e di Federico Fernandez allo Swansea, anche Edu Vargas si appresta a cominciare la sua nuova avventura. Prestito con diritto di riscatto fissato a dieci milioni per il cileno, che nella prossima stagione vestirà la maglia del QPR ritrovando anche il connazionale Mauricio Isla, arrivato con la stessa formula dalla Juventus.

A centrocampo Blerim Dzemaili sembra sempre più vicino al Milan , con una distanza iniziale tra domanda e offerta che si è ridotta di gran lunga e che potrebbe portare il centrocampista in Lombardia per una cifra di 3 milioni di euro. Un’altra pedina, dunque, potrebbe andare via.

In entrata, in mediana, è arrivato Jonathan De Guzman. Tuttavia, solo l’ex Villarreal non basta. Dopo l’infortunio di Marouane Fellaini, che ha costretto la società azzurra ad un brusco cambio di rotta, è Lucas Leiva il pensiero fisso di Rafa Benitez. Il centrocampista piace molto al tecnico spagnolo. Lo conosce bene, avendoci lavorato assieme ai tempi del Liverpool. Secondo quanto riporta la Gazzetta dello Sport, il mister avrebbe da mesi contatti con il brasiliano il quale sposerebbe la causa ‘Napoli’. Al momento la situazione è in stand-by, anche perché il d.s. Bigon continua a monitorare Sandro del Tottenham. In vantaggio resta Leiva, ma Sandro sta scalando posizioni e Fellaini resta da valutare (secondo il Daily Mail l’infortunio del belga non ha interessato i legamenti e lo United è ancora intenzionato a cederlo).

Camilo Zuniga non è ancora disponibile. Non si riesce a comprendere quale sia il problema fisico dell’esterno, titolare con la Colombia ai Mondiali di calcio 2014 in Brasile. Le cose rispetto alla scorsa stagione non sono cambiate e la dirigenza dei partenopei sta cominciando ad infastidirsi del continuo out del colombiano. Secondo il Mattino, il giocatore potrebbe anche essere ceduto in Spagna, dove il sudamericano ha molte pretendenti.

Dopo il brutto gesto in risposta ai fischi avuti al momento della sua uscita, durante la gara contro l’Athletic, Lorenzo Insigne è sempre più in rotta di collisione con il club partenopeo. Come se non bastasse, si sono messe anche le parole della moglie Jenny a complicare le cose. Lo sfogo della “signora” non è piaciuto alla tifoseria. Il “vaffa” ai supporters espresso dalla giovane ha logorato il rapporto con l’attaccante. La società e Benitez parleranno con il ragazzo per prendere la decisione migliore. Il suo addio non sembra più così impossibile.

(immagine di copertina e fotogallery by Infophoto)