Oggi è l’ultimo giorno buono per versare al Napoli i 94,7 milioni di euro previsti dalla clausola di rescissione presente sul contratto di Gonzalo Higuain, ma, a meno di imponderabili ribaltoni dell’ultima ora nessuno lo farà. Questo non vuol dire che il Pipita continuerà certamente a vestire l’azzurro. Per esempio, come riporta l’edizione odierna di Marca, l’Atletico Madrid ha infatti formalizzato una proposta di acquisto da 60 milioni di euro per il centravanti argentino, in cima alla lista dei desiderata di Diego Simeone.

Alla corte di De Laurentiis sono giorni di grande nervosismo, dopo che il fratello di Higuain ha annunciato l’intenzione di non rinnovare il contratto con il Napoli, in scadenza nel 2018. Il che si traduce con la necessità, da parte del club, di vendere la propria stella al massimo entro la prossima estate; e nell’ottica di massimizzare il guadagno, sarebbe opportuno cedere Higuain già in questa sessione di mercato, visto che è tutt’altro che scontato che l’argentino possa ripetere un’annata da 36 gol in 35 presenze. Ma con probabilità l’offerta dei colchoneros non è quella giusta: il presidente azzurro è intenzionato a rinunciare al suo giocatore-simbolo solo in caso di proposta irrefutabile, e il modo migliore per ottenerla è scatenare un’asta, dal momento che sull’argentino non c’è solo l’Atletico Madrid. Il PSG, per esempio, è ancora alla ricerca del sostituto di Zlatan Ibrahimovic: il sogno era Cristiano Ronaldo, che tuttavia pare intenzionato a rinnovare il contratto con il Real Madrid, e allora Higuain diventa l’obiettivo numero uno dei francesi, che dopo la trattativa-Cavani sono sempre i benvenuti da queste parti.

Come lo è anche per il Chelsea di Antonio Conte, alla caccia di un attaccante di primo livello dopo la stagione deludente di Diego Costa (che potrebbe tornare proprio all’Atletico Madrid, nel caso fallisse la trattativa con Higuain), mentre sembrano più defilate Juventus e Bayern Monaco: i bianconeri difficilmente potranno accontentare le pretese di De Laurentiis, mentre il nuovo club di Ancelotti partirebbe all’assalto del Pipita solo in caso di cessione di Lewandowski al Real Madrid. Quel che è certo è che la lepre azzurra dovrà essere molto, molto veloce per sfuggire a mastini come questi.