Ci è voluto un secolo e mezzo, ma alla fine gli spagnoli sono tornati a Napoli. La scelta di affidare il dopo-Mazzarri a Rafa Benitez ha infatti causato la conseguente ispanizzazione del club, con gli acquisti a catena di connazionali di Don Raffaè: il primo è stato José Maria Callejon, poi è toccato a Raul Albiol (entrambi dal Real Madrid) e oggi è il turno di  Pepe Reina (foto by InfoPhoto), da otto anni estremo difensore del Liverpool, dove fu portato proprio da Benitez. La trattativa, nata subito dopo il fallimento di quella per Julio Cesar, è stata confermata dal manager dei Reds, Brendan Rodgers:

A livello finanziario era qualcosa che dovevamo necessariamente fare. Pepe è un bravo ragazzo e ha capito perfettamente le mie ragioni. Ha davanti una grande stagione perché è l’anno che porta ai Mondiali, e non giocando avrebbe rischiato di non partecipare

Il terzo portiere della nazionale spagnola si unirà al Napoli in prestito e non in via definitiva. E, secondo El Mundo Deportivo, quotidiano molto vicino al Barcellona, il trasferimento temporaneo consentirà a Reina di raccogliere l’eredità di Victor Valdes proprio ai blaugrana l’anno venturo. Ma si vedrà: nel frattempo, Napoli potrà godersi un portiere di sicuro affidamento.