Il Napoli affiderà all’attaccante classe ’94 Arkadius Milik l’eredità di Gonzalo Higuain. L’attaccante polacco dell’Ajax è ad un passo dal club partenopeo, che oggi lo attende per le visite mediche.

Le cifre: all’Ajax andranno 25 milioni più bonus, mentre il calciatore firmerà un contratto quinquenale a 1,3 milioni a stagione. Milik è reduce da due ottime stagioni con i lancieri, coronate da 32 reti in 52 presenze.

Il Sì di Milik non ferma però la corsa ad Icardi. Il Napoli è arrivato ad offrire all’Inter 52 milioni più bonus ed al calciatore 7 milioni (che diventerebbero 10 con i 3 dei diritti d’immagine).

I partenopei potrebbero spingersi fino a mettere sul piatto 45 milioni più Gabbiadini, ma per ora l’Inter non si smuove. La trattativa resta complicata, nonostante spifferi parlino di frizioni fra l’argentino, alla ricerca del rinnovo, e la dirigenza nerazzurra.

Resta in bilico la posizione di Manolo Gabbiadini. Potrebbe essere usato come pedina di scambio con l’Inter o ceduto all’estero. Alla fine, però, potrebbe restare alle falde del Vesuvio.

Ieri è stato il giorno del colloquio tra gli agenti dell’attaccante ed il club. Pagliari, il procuratore di Gabbiadini, ha ribadito che il suo assistito si sente alla pari di tutti i nomi fatti sin qui per la sostituzione del Pipita ed è pronto a prendersi la responsabilità della successione.

Probabile che, in presenza di un reiterato no dell’Inter per Icardi (pare che il Napoli tenterà rilanci almeno fino all’1 agosto, giorno della presentazione della squadra), la coppia di attaccanti centrali degli azzurri possa essere composta proprio da Milik e Gabbiadini.