Mercato. Mercato. Ancora mercato. Sono ormai poche le ore che separano tutto l’ambiente calcistico dal termine della sessione invernale del  mercato. Le società si affrettano a concludere le ultime operazioni. Al ‘gong’ finale tutto sarà compiuto e non saranno ammessi ripensamenti.

Anche per il Napoli la giornata è altamente frenetica.

Dopo l’acquisto di Andujar (il portiere resterà al Catania fino al termine della stagione per poi vestire la maglia azzurra) e dopo le ufficializzazioni di Jorginho (leggi qui la sua prestazione in Coppa Italia), Henrique e Ghoulam (per quest’ultimo la prassi è stata un po’ più lunga del previsto, ma è arrivato puntuale il tweet di benvenuto del Presidente), sembra che il mercato sia completamente focalizzato, salvo clamorosi colpi di scena, sulle uscite (per approfondimenti sul mercato clicca qui).

Dopo l’arrivo di Faouzi, terzino sinistro del Saint Etienne, era chiara a tutti la posizione traballante di Pablo Armero (foto by Infophoto). Dopo la trattativa con il Milan, saltata a causa del ‘no’ di Constant  allo scambio, il colombiano era finito nel mirino del West Ham. Proprio il club londinese è la squadra cui il giocatore si accaserà per i prossimi 6 mesi. Le due società hanno trovato l’accordo sulla base di un prestito secco e la volontà favorevole dell’ex azzurro.

Anche Uvini acquista il biglietto per partire: destinazione Livorno.

Più complessa, invece, è la situazione di Paolo Cannavaro. Il difensore centrale, per bocca del suo agente, aveva lasciato intendere che non avrebbe accettato proposte di pochi mesi e che avrebbe avuto difficoltà a restare in Italia (per ulteriori approfondimenti clicca qui). Non sembra così. Il Sassuolo, molto interessato all’ex capitano dei partenopei, sta definendo con il club campano gli ultimi dettagli circa il trasferimento del giocatore. Si parla di un prestito fino a giugno. Cannavaro è dunque pronto ad indossare la maglia neroverde e a ritrovare sul campo lo spazio di cui ha bisogno.

A cura di Maria Grazia De Chiara