Il Milan ufficializzerà nei prossimi giorni l’arrivo di Jesus Fernandez Saez, in arte Suso, giovane centrocampista spagnolo in uscita dal Liverpool. Il giocatore, com’è noto, era stato bloccato da tempo dal club rossonero per luglio, quando il suo contratto coi Reds sarebbe giunto alla naturale scadenza. Tuttavia, il passaggio in prestito di Riccardo Saponara all’Empoli consentirà al Milan di portare immediatamente a Milanello il talento classe ’93, che in Inghilterra stava giocando poco: la conferma è arrivata dallo stesso Galliani, tramite una delle sue adorate percentuali periodiche (“Suso arriverà già a gennaio al 99,99%“). Suso nasce come trequartista, ma l’idea è di convertirlo a mezz’ala di qualità.

Naturalmente, il mercato rossonero non si ferma. Nelle ultime ore si è fatto di nuovo rovente l’asse Milano-Madrid, lungo il quale, un paio di settimane fa, era avvenuto lo scambio Cerci-Torres. La fascite plantare che sta tormentando Mattia De Sciglio, confinandolo ai box a tempo indeterminato, e la palese inadeguatezza di Armero, hanno convinto la dirigenza milanista a premere l’acceleratore per arrivare a un terzino sinistro: il nome giusto è quello di Guilherme Siqueira (foto by InfoPhoto), 28enne brasiliano portato in Europa dall’Inter dieci anni fa e visto in Italia soprattutto con le maglie di Udinese e Ancona.

L’Atletico Madrid lo ha acquistato in estate dal Benfica, dove aveva disputato la miglior stagione in carriera, con l’idea di farne l’erede di Luis Filipe, ma l’innesto non ha funzionato alla perfezione. Come riporta Sportmediaset, il Milan avrebbe già formulato un’offerta, prima di prestito (rifiutata) e poi di acquisizione a titolo definitivo, che l’Atleti starebbe ponderando. Non ci sono dettagli su quanto i rossoneri abbiano messo sul piatto, ma considerando che i colchoneros hanno sborsato 10 milioni di euro solo sei mesi fa, si può supporre una cifra leggermente inferiore, attorno ai 6-7 milioni di euro. Abbordabile perfino per le casse esangui di via Aldo Rossi.