Due giorni alla soluzione di un doppio mistero: andrà il Milan in Champions League? Andrà Allegri alla Roma? Ancora un po’ di pazienza, benché tutto faccia pensare a una doppia risposta affermativa. Nel frattempo, Galliani stila la lista dei possibili rinforzi: detto di Andrea Poli, che sarà con ogni probabilità ufficializzato prima della fine del mese, il nome nuovo (fino a un certo punto), come riporta la Gazzetta dello Sport, è quello del laziale Hernanes (foto by InfoPhoto).

Vecchio pallino della dirigenza rossonera e di Braida in particolare – nel 2009 si parlava di lui come erede di Kakà, prima che fosse chiaro a tutti che i soldi del Real Madrid sarebbero finiti in un buco nero – il 28enne brasiliano è alla ricerca della consacrazione definitiva, dopo che la prima parte della sua carriera non è stata esattamente fedele alle aspettative (era considerato il miglior prospetto mondiale nel ruolo) e Milano sarebbe sicuramente una destinazione ideale per salire gli ultimi gradini. Strapparlo alla Lazio non sarà facile: il Profeta va in scadenza solo nel 2015 e Lotito non ha intenzione di scendere sotto i 20-25 milioni di euro. Probabilmente troppi per le casse a impatto zero di via Turati (anche perché, a parer di chi scrive, il giocatore, ottimo ma non fenomenale, non li vale).

Quel che sembra sicuro è il ritorno del Milan alle proprie radici. L’epoca del centrocampo muscolare, giustificato per un paio di anni dalla presenza di Ibrahimovic e vero problema del nuovo Milan di quest’anno, volge definitivamente al termine.