Il Milan ha alzato l’offerta alla Roma per poter portare sotto la Madonnina, in questa sessione di calciomercato, Alessio Romagnoli.

Dopo diversi tentennamenti e dopo che la società giallorossa ha spesso fatto muro nei confronti delle proposte rossonere, ecco arrivare la nuova proposta del club di via Aldo Rossi: 22 milioni di euro più bonus, variabili in base alle presenze del calciatore e alla stagione del Milan.

Adriano Galliani e Silvio Berlusconi hanno tutte le intenzioni di regalare il difensore giallorosso al nuovo tecnico del Milan, quel Sinisa Mihajlovic che ha avuto con sé Romagnoli l’anno scorso alla Sampdoria e che stima tantissimo.

La Roma non ha mai dichiarato il giocatore incedibile, ma ha sempre richiesto cifre molto importanti per lo stesso, non scendendo mai dalla domanda iniziale di 30 milioni di euro.

Rimarrà da capire, ora, cosa vorrà fare il club giallorosso a riguardo. Il Milan tenta da tempo l’affondo a Romagnoli anche per un’altra questione: avendo solo 19 anni, potrà rientrare nella lista aggiuntiva ai 25 giocatori che il club dovrà presentare alla Figc prima dell’inizio del campionato.

Alessio Romagnoli è nato ad Anzio il 12 gennaio 1995. Da molti paragonato addirittura ad Alessandro Nesta, il suo esordio in Serie A è avvenuto l’11 dicembre 2012 sotto la guida tecnica di Zdeněk Zeman, nella gara di Coppa Italia contro l’Atalanta vinta dalla Roma per 3-0.

Il 31 maggio 2014 ha rinnovato il suo contratto con la Roma fino al 30 giugno 2018. La stagione passata ha giocato in prestito alla Sampdoria, che ha pagato 500 mila euro per averlo: l’accordo prevedeva il diritto di riscatto in favore dei doriani per 2 milioni e controriscatto in favore della Roma per 0,75 milioni di euro.

Il 5 marzo 2014 l’esordio anche con la maglia azzurra dell’Under 21 nella gara contro l’Irlanda del Nord valida per le qualificazioni all’Europeo 2015.