Alessio Romagnoli è l’obiettivo conclamato per la difesa del calciomercato Milan, com’è chiaro ormai da un paio di settimane. Per il momento la trattativa non è ancora decollata: l’offerta iniziale di Adriano Galliani di 15 milioni di euro più 3 di bonus non ha soddisfatto la Roma, che ha ribattuto chiedendone 30, ma la realtà è che dietro il rifiuto giallorosso si cela una precisa strategia di Walter Sabatini, che mira a chiudere prima per il grande bomber richiesto da Rudi Garcia (l’ultima offerta per Edin Dzeko è di 27 milioni, siamo vicini alla fumata bianca) per poi dopo dedicarsi allo sfoltimento della rosa. Questo non significa che Alessio Romagnoli vestirà necessariamente rossonero, né che la Roma abbia la minima intenzione di svendere l’ultimo gioiello del suo sempre florido vivaio; ma nemmeno che la strada sia impossibile da percorrere, tutt’altro.

Calciomercato Milan

Tanto più che, a sentire le parole di Rudi Garcia, il difensore non sembra essere esattamente al centro dei suoi pensieri. Durante la prima conferenza stampa della stagione, nonché prime dichiarazioni pubbliche da quando è terminato il campionato, il tecnico francese ha risposto così a precisa domanda sull’importanza di Romagnoli all’interno della sua rosa: “Tutti i giocatori che sono qui, e anche i nazionali che arriveranno poi, sono importanti per me. Anche per i giovani è bello poter vivere al fianco dei grandi campioni e capire le abitudini della squadra. Ogni Primavera si è sempre mostrato educato, serio e disponibile all’ascolto. Per questo rivolgo i miei complimenti ad Alberto De Rossi“. Insomma, una prima parte in cui non risponde – dire che tutti sono importanti significa dire che quel giocatore non lo è, non in modo particolare almeno – e una seconda parte in cui svicola apertamente dalla questione, divagando sui giovani della Primavera (Romagnoli è in prima squadra dal 2012, come sa bene anche Garcia, ché lo ha spedito in campo 11 volte nel 2013-14, ed è reduce da una grande annata con la Samp). Come a dire che a lui, di ‘sto Alessio Romagnoli, importa il giusto, né più né meno dei tanti altri ragazzotti di belle speranze che circolano in ritiro nella pre-season. Non esattamente una dichiarazione d’amore, e un’altra freccia nella faretra di Galliani.