In questa finestra di mercato invernale fatta in generale di piccoli ma fittissimi movimenti, il Milan sembrerebbe essere uno dei club più attivi nella prospettiva di rinforzare soprattutto il comparto offensivo, nel quale solo Bacca ha dimostrato di poter dare certe garanzie. Con Alessio Cerci ceduto al Genoa (oggi firme e visite mediche) insieme a Suso e Luiz Adriano partito per la Cina (destinazione Jiangsu Suning) ora il club rossonero tenta l’assalto ad Anwar El Ghazi, giovane e promettentissimo esterno dell’Ajax.

Il talentuoso esterno olandese d’origine marocchina è considerato dall’ad rossonero Adriano Galliani l’obiettivo prioritario di questa sessione di mercato. I primi passi in questa direzione sono già stati compiuti grazie a un incontro e un conseguente accordo raggiunto tra l’ad rossonero e il procuratore del ventenne ajacide. Sarebbe stata trovata un’intesa di massima sulla base di un contratto quadriennale a 2 milioni di euro netti a stagione più bonus.

Mancherebbe dunque l’accordo tra i due club interessati nella trattativa con l’Ajax che avrebbe già valutato il cartellino del giocatore intorno ai 10/11 milioni di euro laddove il Milan, come reso noto da Fabrizio Romano di Calciomercato.com, si sarebbe mosso anche in questo senso mettendo sul piatto un’offerta pari a 6/7 milioni di euro più bonus.

Ci sarebbe un altro fondamentale nodo da sciogliere per giungere all’acquisto di El Ghazi rappresentato dalla questione El Shaarawy. L’attaccante di origine egiziana è stato rispedito al mittente dal Monaco che ha evitato di pagarne il riscatto e adesso il Milan si ritrova con la necessità di dover vendere il giocatore per realizzare i 14 milioni di euro da mettere a bilancio ma al momento non ci sono prospettive concrete per la cessione del giocatore. Inizialmente si era fatta avanti la Roma ma attualmente, dopo l’acquisto di Perotti da parte del club giallorosso, la trattativa si è un po’ arenata. Il Milan sta anche valutando un’alternativa low cost a El Ghazi che porterebbe a Leonel Vangioni, esterno (però più difensivo) del River Plate col quale il club rossonero avrebbe già contatti ben avviati.