Il Milan ha annunciato tramite comunicato ufficiale che Giampaolo Pazzini (foto by InfoPhoto) è stato sottoposto a intervento chirurgico per risolvere i guai al ginocchio destro che lo tormentano da oltre un anno, e che lo avevano costretto a giocare sopra il dolore nelle ultime fasi della stagione appena conclusa. L’intervento è stato eseguito dall’equipe del dottor Martens e terrà fuori l’attaccante toscano per un periodo compreso tra i 4 e i 6 mesi, salvo complicazioni.

Per il Pazzo, 17 reti stagionali, è addio anticipato non solo alla Confederations Cup, ma anche a tutta la prima parte del campionato prossimo: prima di novembre-dicembre non se ne parla, ma lo stop potrebbe protrarsi fino al termine dell’anno solare. Ovviamente, considerando il residuo parco-attaccanti – Robinho in partenza per Santos, Bojan non verrà riscattato e Niang ha il senso del gol di Blissett – il Milan dovrà necessariamente tornare sul mercato. Il nome caldo è quello di Simone Zaza, 18 reti in Serie B con l’Ascoli ma di proprietà della Sampdoria. In scadenza di contratto nel 2014 e non intenzionato a rinnovare coi doriani, Zaza ha attirato su di sé le attenzioni di tutti i grandi club italiani e anche del PSG, sempre attento alla cadetteria nostrana: con 5-6 milioni l’affare si chiude.