Giampaolo Pazzini lascerà il Milan a gennaio per trasferirsi nella Premier League inglese. E’ questa la notizia che filtra direttamente da Londra, dove in questi giorni si sta svolgendo il Wyscout Forum, annuale ritrovo del mondo del calcio che, nella splendida cornice dell’Emirates Stadium dell’Arsenal, discute di come si sta evolvendo il mondo del calcio e la tecnologia. E Pazzini è il nome sulla bocca di tutti. Secondo quanto riporta il portale calciomercato.com, infatti, sull’attaccante classe 1984, in scadenza a giugno, c’è il forte interesse del Burnley, club che finora non ha smentito l’interesse, e del Crystal Palace. Due squadre non di prima fascia, che lottano per rimanere in Premier League, ma che offrono ingaggi superiori a quelli italiani. Pazzini, che attualmente guadagna 2,7 milioni di euro al Milan, è arrivato in rossonero il 22 agosto 2012, nello scambio che portò Antonio Cassano, suo ex compagno di squadra alla Sampdoria, all’Inter. Prima stagione in rossonero chiusa con 37 presenze e 16 gol, poi l’operazione al ginocchio destro che l’ha tenuto fuori dai campi di gioco per circa sei mesi.

Carriera con pochi successi

In carriera, finora, ha vinto una Coppa Italia (Inter: 2010-2011) e un Campionato d’Europa Under 19, quello disputato in Liechtenstein nel 2003: in quell’occasione firmò anche il secondo gol in finale, quello che sancì il 2-0 degli azzurri sul Portogallo e il trionfo. A titolo individuale, invece, è stato eletto miglior giovane calciatore nel 2005 agli Oscar del calcio.