Si è chiusa con tristezza l’avventura di Pato in Italia con la maglia del Milan. Il Papero (nell’immagine Infophoto), che avrebbe dovuto fare la storia del club rossonero e che invece torna in patria con all’attivo solo uno scudetto e una Supercoppa Italiana, è stato ceduto ufficialmente al Corinthians per 15 milioni di euro. Questo il comunicato apparso sul sito rossonero, che evidentemente oggi ha avuto tantissimo da fare visto che aveva già pubblicato quello relativo al caso Boateng: “A.C. Milan comunica di aver ceduto a titolo definitivo Alexandre Pato al Corinthians Sporting Club“.

150 partite e 63 gol racchiuse in una riga e mezza. Pato vestirà la maglia numero 7 e dopo aver sostenuto le visite mediche firmerà un quadriennale. I maligni dicono: ‘Se le passerà, le visite mediche‘, ironizzando sui tanti malanni che hanno accompagnato il giocatore negli ultimi due anni. Una curiosità: in caso di futura cessione, a Pato andrà il 40% della somma mentre il club paulista intascherà il rimanente 60%.

L’ex bambino d’oro ha parlato a sua volta dal sito ufficiale: “Desidero salutare, ma soprattutto ringraziare tutti. Dal Presidente fino alle tante persone del Milan con cui ho lavorato in questi indimenticabili anni a Milano. Vado in Brasile, al Corinthians, per avere la possibilità di giocare con continuità. Non sarà, però, facile dimenticare il Milan. Sono e sarò sempre legato a questa maglia, ai suoi colori e a tutti i tifosi rossoneri. Soprattutto va a loro, in questo momento, il mio pensiero e il mio grazie più grande“.

Con questi soldi (e in attesa dei 10 milioni per Robinho) può partire la caccia a Balotelli e Drogba. A proposito dell’azzurro: guardate la fotocronaca della sua rissa con Mancini.