Nei tre giorni del Condor lui affonda i colpi. Tre è il numero perfetto, dunque. Ecco perché, dopo Torres, Adriano Galliani ora stringe per Van Ginkel e Biabiany, per completare la rosa del Milan e consegnare a Pippo Inzaghi le armi per tornare in alta classifica. Mancano 48 ore alla fine del mercato, ma gli uomini mercato del Diavolo sono scatenati.

Partiamo da Van Ginkel. Il 21enne centrocampista del Chelsea si è avvicinato molto dopo che l’agente Rob Jansen e l’intermediario Gianluca Fiorini si sono messi a lavorare intensamente per il suo trasferimento. José Mourinho non ha inserito l’olandese in lista Champions e gli ha consigliato di cercarsi una squadra all’estero. Di alternative non ce ne sono: Milan o Milan. Ma la deadline si avvicina pericolosamente.

Jonathan Biabiany alternativa a Van Ginkel, ma non solo. E’ Inzaghi ad aver chiesto espressamente l’attaccante esterno del Parma e Galliani vuole accontentarlo. I ducali chiedono sette milioni, i rossoneri ne offrono 4.5 più Zaccardo, ma non è questo lo scoglio. Per aggiungere Biabiany alla rosa, bisognerebbe poi cedere un esterno (Niang?). Ma quest’ultimo è reduce da un precampionato di notevole livello.

E’ su questi due tavoli che si lavora. A occhio, pare più facile arrivare a Van Ginkel, ma Inzaghi preferirebbe Biabiany. Tutti e due in effetti pare difficile, ma se dovesse partire qualcuno negli ultimi due giorni, ecco che il Milan farebbe doppietta. Dopo aver riportato l’entusiasmo nella piazza con l’arrivo dell’attaccante spagnolo Fernando Torres, proveniente anche lui dal Chelsea.