Adriano Galliani è arrivato a Madrid, dove in serata cenerà con Carlo Ancelotti e cercherà di convincerlo a tornare ad allenare il Milan. Un’impresa che si preannuncia ardua ma l’amministratore delegato rossonero ci crede.

Intanto, alle 19.30, ci sarà la conferenza stampa del presidente del Real Madrid, Florentino Perez, durante la quale dovrebbe essere sancito l’allontanamento del tecnico di Reggiolo; cosa peraltro già vagamente annunciata da Emilio Butragueno al termine della sfida della Liga contro il Getafe.

Prima della conferenza stampa, però, ci sarà il consiglio direttivo del Real, che si riunirà per ratificare l’’addio ad Ancelotti con il relativo esborso economico per la buonuscita, cosa peraltro già prevista a suo tempo quando Ancelotti firmò il contratto con le merengues.

Ancelotti, in un’intervista a Il Giornale, aveva confermato la cena con Galliani ma aveva anche ribadito la sua volontà: “Mi fermerò un anno. Anche perché ho un motivo molto serio per fermarmi. Mi devo operare alla cervicale per via di una stenosi. Da qualche tempo mi procura un formicolio alle mani. Se dovessi perdere altro tempo potrebbe passare alle gambe, perciò ho preso già l’appuntamento per l’intervento chirurgico. E non so francamente quanto tempo dovrò stare fisicamente fermo, per la fase post-operatoria e per la successiva rieducazione”.

Galliani, in partenza da Linate, aveva detto: “Vado a Madrid anche per altre cose, non solo per Ancelotti”. L’idea che circola è che quella del tecnico possa essere solo uno degli impegni di Galliani, pronto a discutere su altri fronti. Uno su tutti, il mercato: Mandzukic e Kongdobia sono le carte per tentare Ancelotti, bisogna vedere se saranno sufficienti.